martedì 26 agosto 2014

Sorbetto alla pesca e menta

sorbetto alla pesca-6115-002

…solo io.

Aspetto il freddo di un agosto senza pari, per proporvi una ricetta che richiederebbe giornate luminose e afose. Invece sono qui, il  cardigan indosso e quasi quasi il desiderio di un paio di pantofoline chiuse. Ma resisto.

Ho appeso il costume al chiodo. E non lo posso accettare.

L’inverno è troppo lungo se si prende anche agosto. Mi serviva agosto. Mi serviva per caramellare un pò di più la pelle in previsione dell’autunno, per far schiarire il colore dei capelli con il salmastro che li rende anche così magistralmente pieni di volume, mi serviva per fare colazione la mattina presto in giardino senza tremare, per mangiare solo frutta di ritorno dal mare e leggere un libro sotto la pergola del kiwi.  Mi serviva per riempirimi gli occhi di un azzurro pulito e le orecchie del frinire delle cicale. Mi serviva. Tutto qui.

Quindi, scusate, magari appuntatela per il prossimo anno questa ricetta che è comunque molto buona anche se, facendola senza gelatiera, ci vuole una intera giornata  di rimescolamenti prima che il sorbetto diventi degno del suo nome.

Quindi, soddisfatta del risultato di un sorbetto cremoso, grazie forse al mio olio di gomito, e non eccessivamente dolce, preferirei ripetere l’esperimento … con la gelatiera. Chi ha buone orecchie intenda. Patti chiari amicizia lunga. 

sorbetto alla pesca-6127

Ho preso la ricetta da qui: Cucina Green dove tra l’altro mette anche il procedimento con la gelatiera, la mia piccola modifica si è limitata nel profumare questo sorbetto di menta avendone una produzione industriale nell’aiuola.

Ingredienti

400 gr di polpa di pesca

100 gr zucchero

100 ml acqua

una manciata generosa di foglie di menta

In una casseruola mettete l’acqua, lo zucchero e le foglie di menta, portate ad ebollizione su fiamma dolce, cuocete per 3 o 4  minuti circa poi togliete dal fuoco, coprite con una pellicola alimentare lasciate raffreddare e riponete in frigorifero in infusione per almeno due ore.

sorbetto alla pesca-6091-4

Filtrate lo sciroppo attraverso un colino. Sbucciate le pesche e frullate la polpa ,unitela allo sciroppo freddo, frullate per qualche altro minuto e versate il tutto in un recipiente ben raffreddato, mettete in freezer avendo cura di mescolare il composto ogni 20/30 minuti, per rompere il ghiaccio, fino ad ottenere la giusta consistenza.

sorbetto alla pesca-6100-5

 

sorbetto alla pesca-6122-2

 

With love

Pippi

Cuore rosso

giovedì 14 agosto 2014

Confettura di mirtilli ai semi di coriandolo e zucchero mascobado

confettura di mirtilli ai semi di coriandolo-7571-004

(ascolta con me )

Strane cose accadono in questa strana estate. Cieli tempestosi, pesanti di pioggia che si alternano a cieli tersi, leggeri, popolati di cicale  e di grilli che quasi ti stordiscono. Farfalle che ti agitano dentro. Libri che ti scoprono nuova. Parole che ti accarezzano.

Non potevo far passare agosto senza prepararmi un pò di confettura di mirtilli. Vere e proprie perle nere che arrivano direttamente dal mio morbido Appennino Tosco Emiliano.  Questa volta l’ho voluta leggermente aromatica mescolando dei semi di coriandolo pestati e uno zucchero di canna integrale e corposo come quello Mascobado. Nient’altro. Un pò di pazienza e farla bollire dolcemente, senza metterle fretta, perchè le cose fatte con il tempo che ci vuole sono sempre le più buone e il loro sapore rimarrà più a lungo. E io voglio che il suo rimanga fino all’infinito.

Buon Ferragosto!

confettura di mirtilli ai semi di coriandolo-7568-2

Ingredienti:

1 kg mirtilli lavati e scolati

500 gr zucchero di canna mascobado

1 cucchiaio di semi di coriandolo, leggermente pestati

confettura di mirtilli ai semi di coriandolo-7522

In una ciotola mettete i mirtilli e lo zucchero di canna e mescolate in modo da distribuire bene lo zucchero.

confettura di mirtilli ai semi di coriandolo-7532

Pestate i semi di coriandolo,

confettura di mirtilli ai semi di coriandolo-7541

e racchiudeteli in una garza pulitissima che chiuderete con un pezzettino di spago.

confettura di mirtilli ai semi di coriandolo-7543-2

 

confettura di mirtilli ai semi di coriandolo-7544

Mettete il sacchettino con i semi di coriandolo nella ciotola con i mirtilli, sigillate con pellicola alimentare e lasciate riposare in frigorifero per almeno 3 ore o fino a quando lo zucchero non si sarà sciolto.

confettura di mirtilli ai semi di coriandolo-7545-4

Versate il composto in una casseruola capiente, portate a bollore e poi abbassate la fiamma e sobbollite dolcemente fino a quando non si sarà addensata. Fate sempre la prova del piattino per vedere se avrà raggiunto il giusto grado di densità.

Lavate bene con acqua e sapone dei vasetti di vetro asciugateli e metteteli a sterilizzare nel forno microonde per 5/6 minuti. Riempiteli subito con la confettura bollente e chiudeteli ermeticamente con tappi sempre nuovi. Capovolgeteli a testa in giù fino a raffreddamento per creare il sottovuoto.

confettura di mirtilli ai semi di coriandolo-7562

A prestissimo!

confettura di mirtilli ai semi di coriandolo-7579

 

confettura di mirtilli ai semi di coriandolo-7551-3

con amore

Pippi

lunedì 4 agosto 2014

Burger Vegetale di lenticchie e curry da una ricetta di Marco Bianchi– Vegetal burger with lentils and curry

burger di lenticchie e curry-6075-005

(English version below)

Se sto via da casa qualche giorno, al mio ritorno mi viene voglia di chiudermi in cucina, la mia.

Torno e l’annuso, la riconosco  e mi riconosco nel suo ‘odore’ : ci sono spezie sulla mensolina e dentro i cassetti, pomodori maturi nel cesto di vimini, una fragranza mista di foglie di té e polvere di caffé nella vetrinetta insieme ad un morbido profumo di mandorle dolci e miele.  Allora metto in ordine il grembiule che ho lasciato appoggiato alla sedia, sistemo i libri sullo scaffale, cambio l’acqua ai fiori sul davanzale sopra il lavandino e riempio di zucchero il vasetto rimasto vuoto. E’ il mio spazio vitale. E’ come riappropriarmi di me stessa. Metto in ordine lei e chiarisco le mie idee.

Qualche giorno fa sistemando la spesa nella dispensa mi è capitato in mano un pacchettino di lenticchie verdi a cui in realtà pensavo da tempo perché sfogliando una vecchia rivista di cucina mi ero imbattuta in questi burgers vegetali che rappresentano un’ottima alternativa alle proteine animali anche per chi, come me, non diventerà mai vegetariana, ma che sente il bisogno, ogni tanto, di sostituire carne e pesce con alimenti di origine vegetale. Sarà che a me le lenticchie piacciono  in tutti i modi, nelle minestre, in umido o semplicemente lessate e condite con un filo d’olio, che leggendo la ricetta di Marco Bianchi mi sono convinta che era arrivato il momento.

C’è un tempo per tutto.

Anche in cucina.

burger di lenticchie e curry-6087-2

La ricetta è di Marco Bianchi, tratta da un un vecchio numero di Cucina Naturale. E’ una pietanza adatta anche agli amici celiaci perchè la farina utilizzata per compattare l’impasto è quella di mais, il fioretto, cioè la farina macinata più finemente. Il curry dà un giusto tocco esotico senza abbondare, mi raccomando, altrimenti copriamo tutti gli altri sapori. Le lenticchie vanno salate quasi alla fine della cottura e comunque anche in questo caso vale lo stesso discorso, usatene solo un pizzichino. Non c’è cosa più bella che riuscire a distinguere tutti i sapori di un piatto senza mai che uno prevarichi l’altro. In questa versione ho seguito alla lettera i consigli di cottura ma niente toglie, se vogliamo un piatto più leggero, di cuocerle al forno…magari in autunno.

Ingredienti per 4 burgers:

400 gr lenticchie lessate (oppure circa 200/250 gr di lenticchie secche)

2 carote

1/2 cipolla

5 cucchiai di farina di mais fioretto.

1 cucchiaino di curry

prezzemolo fresco

olio extravergine d’oliva

sale

per l’accompagnamento: fiocchi di latte con prezzemolo tritato

burger di lenticchie e curry-6069

Sciacquate le lenticchie e fatele lessare in abbondante acqua bollente per circa 20 minuti. Scolatele bene e lasciatele raffreddare.

Versate le lenticchie lesse in un frullatore, unitevi le carote a pezzetti, la cipolla, il prezzemolo lavato e asciugato, la farina di mais, un pizzico di sale, il curry e 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva. Frullate bene per ottenere un composto piuttosto omogeneo. Se risultasse troppo morbido unite poca farina di mais.

Mettete un filo d’olio in una padella, e aiutandovi con un coppa-pasta formate con il composto dei burgers alti almeno 1/2 cm, compattandoli bene con il dorso di un cucchiaio. Mettete il coperchio e cuoceteli per circa 10 minuti rigirandoli a metà cottura.

burger di lenticchie e curry-6066

Prima di servirli lasciateli riposare ed intiepidire nella padella per qualche minuto.

burger di lenticchie e curry-6080-2

Li ho accompagnati semplicemente con dei fiocchi di latte  e un’insalatina fresca.

burger di lenticchie e curry-6086

Ingredients for 4 burgers:

400 g boiled lentils (or about 200/250 grams of dried lentils)

2 carrots

1/2 onion

5 tablespoons of corn flour Fioretto

1 teaspoon of curry

fresh parsley

extra virgin olive oil

salt

to accompany: cottage cheese with chopped parsley

Directions:

Rinse the lentils, bring to a boil in a saucepan with plenty of water and cook for about 20 minutes. Drain well and let cool.

Pour the boiled lentils in a blender, add the chopped carrots, the onion, the parsley, washed and dried, the corn flour, a pinch of salt, the curry powder and 4 tablespoons of extra virgin olive oil. Blend well to obtain a rather homogeneous mixture. If it is too soft add a tablespoon or two of corn flour. Cover and refrigerate for almost 1 hour.

Form the mixture into 4 patties. Heat  oil in a frying pan over medium heat and cook patties, in batches, for 5 minutes each side or until golden, covered with a lid. Let to resto for a while before serving.

Serves with a fresh salad and a mixture of cottage cheese and chopped parsley.

 

Love

Pippi

mercoledì 30 luglio 2014

Muffins alla quinoa con zucchini e timo –Quinoa Muffins with courgettes and thyme

 

muffins quinoa e zucchini-5263-003

English version below.

(ascolta con me )

Sei lì, da quanto tempo?

Nella penombra della stanza seduta sullo sgabello, abbracci le lunghe gambe, strette contro il petto, stiracchi i bordi di una maglia troppo corta però per ‘coprire’ quel corpo che non capisci e per soffocare il brivido che scorre sulla pelle... Per consolarti chiudi gli occhi e con un filo di voce sussurri all’infinito quel motivo che ti piace tanto, così nessuno ti sentirà. Così, lì dove sei, nessuno si accorgerà di te. Nessuno.

E intanto ti ‘ritiri’ come  l’onda nella risacca.

Ma è tempo ormai. Slega le gambe da quel nido, smetti di fuggire nascondendoti dentro quella maglia troppo stretta e segui, col respiro, quel brivido che scorre centimetro dopo centimetro! Spalanca la finestra, avvicinati ed ‘esci’ nella vita. Guarda, ascolta, respira… porta con te solo note felici ma cantale con tutta la voce che hai!

Come l’onda dopo la risacca.

Più forte di prima.  

Rosa rossaNotaCuore rosso

Capita che ci voglia un piccolo incoraggiamento per affrontare la vita con più determinazione.

Rosa rossa

In questo periodo sto utilizzando sempre più di frequente la quinoa che si presta molto bene per tante preparazioni leggere e salutari. In realtà la quinoa, originaria degli altipiani andini, non è un cereale ma una pianta erbacea appartenente alla stessa famiglia degli spinaci e della barbabietola. E’ naturalmente priva di glutine e molto digeribile.

E’ proprio per il suo alto valore proteico che è sempre stata l’alimento principale delle popolazioni andine, gli Inca, infatti, la chiamano “chisiya mama” che significa “madre di tutti i semi”.  Ed io, si sa, sono particolarmente sensibile ai significati che stanno dietro i nomi di certi ingredienti che provengono da paesi lontani.

Quindi oggi vi propongo un modo un pò diverso di utilizzare questo alimento che si trova ormai facilmente nei supermercati nel reparto di prodotti biologici. Bastano dai 50 ai 70 gr per persona e 15 minuti di cottura a fuoco dolce. Tutto qui.

muffins quinoa e zucchini-5224

La ricetta è liberamente tratta da un libro molto carino che mi ha regalato per il mio compleanno Annarita : Mon Petite Kitchen Cookbook di Eleanor Ozich.

Ho fatto delle piccole modifiche sostituendo il cheddar, perché tanto non lo trovo, con il parmigiano reggiano ben stagionato in modo che si senta il gusto più incisivo, poi ho aggiunto gli zucchini che raccolgo ogni mattina nel  mio orto, talmente teneri che ho pensato di grattugiarli molto semplicemente nell’impasto.

Ecco la mia ricetta per voi.

Ingredienti:

550 gr quinoa lessata oppure 150/200 gr da lessare ( sciacquate la quinoa sotto acqua corrente, mettetela in una casseruola, unite il doppio del suo peso di brodo vegetale e portate ad ebollizione. Coprite con il coperchio, abbassate la fiamma e fate cuocere dolcemente 15 minuti circa, poi spegnete il fuoco sgranate i chicchi con una forchetta e lasciate riposare coperto 10 minuti)

4 uova

100 gr parmigiano reggiano grattugiato

2 zucchine medie grattugiate

due o più fiori di zucchina tagliati a listarelle

un filo d’olio extravergine d’oliva

timo fresco

sale e pepe

quinoa e zucchini-5186

In una terrina mettete la quinoa lessata e sgranata, unite un filo d’olio, aggiungete le zucchine grattugiate e i fiori di zucca tagliati a listarelle (prima lavateli, togliete il pistillo interno e affettateli). Abbondate con il parmigiano reggiano che ci sta divinamente e aggiungete le uova incorporandole bene al resto del composto. Regolate di sale e pepe e aggiungete anche le foglioline di timo fresco a vostro piacimento.

muffins quinoa e zucchini-5214-2

Da un foglio di carta da forno ricavate dei quadrati, dategli la forma foderando un bicchiere capovolto e poi inseriteli negli stampini da muffins. Versate il composto di quinoa e cuocete in forno a 180° per circa 20 minuti.

muffins quinoa e zucchini-5247-2

Sentirete che profumo.

muffins quinoa e zucchini-5246

Ingredients.

550 gr of cooked quinoa or place 150/200 gr of rinsed  quinoa in a saucepan with 300/400 gr of vegetable stock. Bring to a gentle boil over medium heat, then reduce the heat to low. Cover and simmer for 15 minutes. Stir the grains using a fork the cover and leave to sit for 10 minutes. )

4 eggs

100 gr of grated parmesan

2 medium courgettes

2 or 3 cleaned courgettes flowers  cut into stripes

thyme

extravirgin olive oil q.b.

salt and pepper

muffins quinoa e zucchini-5261-3

Preheat the oven to 180°C.

Put the quinoa in a bowl, season it with olive oil, then add the grated courgettes, the flowers cut into stripes, the grated parmesan, the eggs and the thyme. Add a pinch of salt and freshly ground black pepper. Mix well all the ingredients until combined.

Line the holes of a muffin tin with baking paper. Divide the mixture among the muffin holes and bake for 20 minutes.

muffins quinoa e zucchini-5222-2

 

love

Pippi