mercoledì 22 giugno 2011

Carote confit

Estate. Caldo.

Sto bene sotto questo sole che mi si spalma sulla pelle.

E’ come rinascere.

Sarà un’estate densa. Densa di cose dallo strano valore.

Ci saranno prove da superare, ma non solo per me (purtroppo).

Nuove occasioni per mettermi in gioco (quante volte ultimamente).

Ci sarà una nuova strada da intraprendere (dove mi porterà).

Ci sarò io.

E sarò più ‘mordace’, proprio come mi hai detto tu, T. Tirerò fuori la grinta che ho dentro. Promesso. M’impegnerò. Occhiolino

 

Nel frattempo  che ‘lavoro’  per diventare più grintosa come un caterpillar…. ho cucinato per voi un morbido e voluttuoso confit di carote, speziato al punto giusto e  con un tocco di freschezza dato dalla presenza dell’arancia.

Chi ha lanciato l’idea di utilizzare le carote per una ricetta sono stati Riccardo e Valentina di Cucinando. Ed eccomi qui. Presente!

Non è una mia creazione, ammetto. Ho attinto da un bellissimo e interessantissimo blog, Il pranzo di Babette, facendo solo qualche piccolissima modifica.

Ingredienti:

400 gr di carote

un paio di cucchiai di olio extravergine

1 arancia non trattata

1 cucchiaino di semi di cumino

1 cucchiaino di semi di coriandolo

1 cucchiaino di curry

1 cucchiaino di semi di finocchio

1 cucchiaino di pepe rosa

60 ml di aceto di mele

80 ml di miele

80 gr di zucchero semolato

200 ml di acqua bollente salata

Procedimento:

pestare finemente le spezie

In una bellissima Cocotte Staub Con la lingua fuori,

ho fatto cuocere nei due cucchiai di olio le carote, sbucciate e tagliate a cubetti per una decina di minuti a fuoco dolce.

Aggiungete le spezie pestate finemente e la buccia dell’arancia, mescolate e continuate a cuocere per altri 5 minuti. Poi aggiungete l’aceto e il miele facendoli evaporare completamente sempre a fuoco bassissimo.

Poi aggiungete 200 ml di acqua bollente salata e fatela evaporare.

A questo punto aggiungete lo zucchero e il succo di mezza arancia e fate cuocere per una mezz’oretta a fiamma bassa coprendo con il coperchio.

Il risultato è questo:

una composta morbidissima leggermente caramellata con un profumo avvolgente.

L’ho servita per accompagnare un pecorino conciato al timo selvatico.

Ci vorrebbe un bel bicchiere di vino, adesso, vero Precisina?

Per ora vi saluto, miei cari lettori…. come farei  senza di voi?

Grazie

(non vi deluderò, lo giuro)

Alla prossima

la vostra

Pippi

Occhiolino

23 commenti:

  1. ma che bella ricetta! Mi sa tanto che proverò a riprodurla...ti farò sapere! Complimenti!

    RispondiElimina
  2. ohhhhh finalmente! se la mia pippi tira fuori la grinta, siam messe bene :))))) bravaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

    RispondiElimina
  3. Se l'auspicio è questo siamo a cavallo...invoglia meglio di un canto della sirena ;-)

    RispondiElimina
  4. Mi spieghi, com hai fatto a fare la foto, mentre aggiungevi l'acqua, se eri al telefono com me?? :)))
    Le foto Laura, le foto... mi devi fare un corso accellerato di fotografia, sei troppo avanti, ogni giorno più belle... quasi quanto te!!!
    La ricetta la copio, ma tanto questo lo sai :)))
    Bacioooo <3
    Aure

    RispondiElimina
  5. innanzitutto complimenti per le foto che, tra l'altro, fanno venire una fameeee!!! questa composta deve essere particolarissima e buonissima! brava! ;)

    RispondiElimina
  6. però...sgrano gli occhi e mi riprometto di provare...ho un formaggio a casa adattissimo per l'occasione

    RispondiElimina
  7. Ma che bontà! E che belle immagini! Complimenti

    RispondiElimina
  8. Mi piace molto questa ricetta. Belle foto!!

    RispondiElimina
  9. Le prove purtoppo fanno parte della vita,a d ogni età.Basta affrontarle con serenità e lucidità.
    Che bel connubio le carotine col formaggio!
    Inboccallupo Pippi!
    Bacione

    RispondiElimina
  10. In queste strade che percorrerai sicuramente saprai trovare tante belle persone che sapranno ascoltarti, accompagnarti, incoraggiarti, sostenerti se ne avrai bisogno e sorridere anche con te.
    Tranquilla.
    Sei brava e ce la farai.
    Un abbraccio
    Annina

    RispondiElimina
  11. se c'è un post che ha saputo trasmettere l'aroma e il profumo dei suoi ingredienti, è questo.
    Brava.

    RispondiElimina
  12. sarà l'orario o sarà l'immagine appetitosa? hai stuzzicato il mio appetito! un Sorriso...

    RispondiElimina
  13. Ciao! queste preparazioni sono fatte apposta per noi che amiamo gli abbinamenti agrodolci e speziati! molto particolari e ricche di profumi e sapori orientali!
    ci prendiamo nota della ricetta!
    baci baci

    RispondiElimina
  14. Mamma mia che bella ricetta Pippi! Si, si...la composta, il formaggio e un buon vino...e un brindisi all'estate che verrà, allora, anzi, che è già su di noi!

    RispondiElimina
  15. fantastica ricetta! e le foto sono bellissime

    RispondiElimina
  16. La composta è fantastica, ma quel pecorino dev'essere uno sballo al palato...buon we, ciao.

    RispondiElimina
  17. e brava la mia Pippi! Per il carattere e per questa meravigliosa carotata!

    RispondiElimina
  18. buoneeeeeeee! io nn la conoscevo questa ricetta quindi grazie!! ma si possono conservare?

    RispondiElimina
  19. pippi ma le tue foto sono sempre più meravigliose :O interessantissime 'ste carote, mi era sembrato di averle viste da kja infatti ma me le ero scordaaaate :P

    RispondiElimina
  20. avrai anche scopiazzato un po' ma la realizzazione è perfetta! complimenti!

    RispondiElimina
  21. Ciao Cara Pippi, da quanto tempo che non passavo e quante delizie mi sono persa!!! Perdono, perdono, perdono!!!Bacioni.

    RispondiElimina
  22. Ciao! Sai che questa ricvettina mi attira un sacco? Carotine confit, mai mangiate... che foto splendide!! :D A presto!

    RispondiElimina
  23. SPLENDIDA IDEA !!!
    DA PROVARE ASSOLUTAMENTE :-)
    Roberto

    RispondiElimina