sabato 21 febbraio 2015

Smoothie di avocado e semi di lino


1-smoothie avocado e semi di lino-6794

( leggi e ascolta con me )
I frullati mi fanno tornare indietro a quando ero bambina.
Per non sprecar la frutta questa diventava marmellata o si trasformava in frullato, decisamente più rock per i più piccini. Le banane c’erano sempre in casa ed erano quelle che avrebbero fatto da spalla ad altri frutti per rendere quel frullato particolarmente cremoso e vellutato. Poi c’era il miele di castagno, che papà tanto adorava e che comprava da un apicoltore, dolce e amarognolo nello stesso tempo, ne bastava un filino per lasciare l’impronta aromatica del suo passaggio. Non era ancora tempo di yogurt  in casa mia all’epoca, arrivò ben più tardi con la ‘moda’ dei fermenti lattici da coltivare, per il momento era il latte che la faceva da padrone. Sì, ma un latte tiepido appena munto, che profumava di erba e fieno e che arrivava ogni giorno nei fusti di alluminio grazie alla signora Maria, la lattaia, che si presentava ogni giorno all’uscio di casa con il suo camice celestino sempre in ordine e pulito. I ricciolini in testa e gli occhi azzurri, me la ricordo bene anche se ero piccina, abbracciava il pesante contenitore in alluminio lucidissimo e  versava quel meraviglioso liquido bianco e denso nel tipico misurino da 1/4 di litro ed io contavo, 1, 2, 3, 4, come 4 eravamo noi bambini. Pronti gli spicciolini nella manina sudata per quanto li tenevo stretti, un ‘grazie signora Maria’ e via di corsa in cucina dove mamma lo faceva bollire. Quando arrivavi ad essere incaricato di prendere il latte dalla signora Maria significava che stavi diventando grande, altrimenti ti limitavi ad assistere al fianco del fratello più grande di turno, invidiandolo un po’.
Dopo qualche anno la signora Maria ha smesso di tenere le sue mucche che mangiavano solo erba e fieno e andò in pensione. Noi cominciammo a comprare il latte in busta al supermercato. E vi assicuro che non fu più la stessa cosa.
Oggi in casa mia le esigenze sono cambiate, preparo frullati soprattutto per colazione e li arricchisco con fiocchi di avena, frutta secca o semi oleosi che tante proprietà benefiche contengono tutte strette in quel piccolo spazio. L’esigenza è di avere un alimento energetico ma piuttosto leggero per cui ho iniziato a sostituire, ogni tanto, il latte di mucca con quello vegetale. Non male direi soprattutto come alternativa per chi è intollerante ai latticini o per chi ha deciso di abbracciare una dieta vegana. Io sperimento e assaggio tutto.
In questo smoothie ho poi utilizzato, insieme alla banana, l’avocado, un frutto esotico che sempre più facilmente troviamo tra i banchi dei nostri fruttivendoli a prezzi non proprio competitivi ma ogni tanto uno strappo si può fare e poi l’avocado fa benissimo al nostro organismo, un concentrato di grassi monoinsaturi, di vitamine (più di venti), riduce il colesterolo nel sangue e sembra che combatta il grasso addominale.
Per saperne di più vi inserisco il link di questo interessantissimo articolo di David Zinczenko sull’Huffington Post dal titolo “Otto motivi per cui l’avocado è il cibo ideale per perdere peso”. 
Non si finisce mai di imparare a mangiare.
avocado smoothie
Ingredienti per due bicchieri:
200 ml di latte di riso (o altro latte )
2 cucchiai di miele
2 cucchiai di semi di lino
1 cucchiaio di succo di limone
1 avocado maturo
1 banana
foglie di menta o come nel mio caso una menta bergamotto (grazie Enrica !)
avocado smoothie
Nel bicchiere del frullatore mettete i semi di lino e riduceteli in polvere, unite la polpa di avocado e la banana, il succo di limone, una manciatina di foglie di menta, il miele e il latte di riso. Frullate per alcuni minuti in modo da ottenere un composto molto cremoso e vellutato.
Questa versione è quasi un mangia e bevi perché molto densa ma niente toglie, se vi piace più come bevanda aumentare la dose di latte.
avocado smoothieavocado smoothie
Sole
Pippi

4 commenti:

  1. Oh mamma Laura, che nostalgia dei tempi passati...quando i cibi erano più sani e genuini. Purtroppo indietro non si può andare e dobbiamo fare il meglio con ciò che abbiamo. Però, non tutto il nuovo è da disprezzare. Effettivamente stiamo imparando molto sui cibi, stiamo scoprendo alimenti esotici pieni zeppi di nutrienti e riscoprendo cibi del passato con fascino da vendere. Mi piace tantissimo il tuo smoothie esotico e al tempo stesso di casa...una magia che solo tu sai fare! Sei fantastica Laura...Un abbraccio forte, Mary

    RispondiElimina
  2. Adoro l'avocado e anche se lo preferisco in versione salata, questo smoothie mi incuriosisce molto! Deve essere delizioso ! :-)

    RispondiElimina
  3. Oh cara Laura le tue fotografie sono sempre splendide! Io preparo spesso centrifugati e frullati in casa ma non ho proprio mai pensato di arricchirli con i semi! Bellissima idea! :)
    Che bello leggere dei tuoi ricordi da bambina, mi hai fatto pensare al buon latte appena munto che bevevo a casa di nonna.. :)

    un caro saluto

    RispondiElimina
  4. E anche questo frullato è super! Io sono una consumatrice piuttosto assidua di avocado, lo trovo molto versatile e lo uso sia nel dolce che nel salato:) di banane, non ne parliamo, ne mangio di media tre al giorno;)
    E' sempre un piacere vedere persone aperte alla scoperta di ingredienti, combinazioni ed abitudini nuove, come quella ottima di fare colazione con la frutta :)
    (E molto carina la storia della signora Maria!)

    RispondiElimina