venerdì 11 marzo 2011

Crostata di more ( e il mio mondo in una stanza)

Una canzone famosa parlava di un  ‘cielo in una stanza’…… adesso, per me, c’è il mondo in questa stanza. Tutto il mio mondo  è concentrato qui, tra queste quattro mura, in questo spicchio di cielo che si intravede dalla finestra.

C’è lei che mi respira accanto. Benedico questo respiro ogni minuto che passa.

Lei che è un fiore delicato. Il mio fiore. Lei che mi ha dato la vita e a cui vorrei donare la mia, se solo potessi.

Niente ha più importanza. Il mio mondo adesso è qui con lei.

Gli affanni, le delusioni, le incomprensioni, che senso hanno se poi ti ritrovi qui dentro e guardi tutto il resto da lontano?

Le gioie, le emozioni, gli amori…tutto si ridimensiona, ristagna come in uno stand by.

Poi si volta verso di me, mi sorride e mi chiede se ho freddo. Mi dice…hai mangiato? hai fame?

Questo è l’amore più grande.

Se si potesse tradurrre l’amore materno in una ricetta, per me sarebbe una crostata….. una crostata di more, fatta di pochi ingredienti, semplici e concreti, mescolati con grazia e generosità.

Ingredienti:

1 kg di farina 00

500 gr. di zucchero

500 gr. di burro ammorbidito

4 tuorli

1 uovo intero

buccia grattugiata di un limone

due pizzichi di sale

Procedimento:

nella planetaria inseriamo la farina mescolata con lo zucchero, il pizzico di sale e la buccia del limone. Aggiungiamo il burro ammorbidito e ridotto a cubetti. Azionamo la planetaria con il gancio K lentamente finché non avremo ottenuto un impasto sbriciolato. Poi aggiungiamo le uova una alla volta continuando ad impastare.

Trasferiamo l’impasto su una spianatoia facciamo una palla e teniamola per una mezz’oretta almeno in frigorifero  avvolta in una pellicola alimentare.

Trascorso il tempo di riposo mettiamola di nuovo sulla spianatoia e stendiamola con il mattarello in una sfoglia non troppo sottile, circa 1/2 cm di spessore. Scegliamo lo stampo più adatto (io di solito utilizzo stampi antiaderenti) e rivestiamolo con la sfoglia di frolla facendola aderire bene ai bordi. Bucherelliamo il fondo e farciamo con la marmellata di more

Con i ritagli di pasta ricavatene delle strisce per decorare la torta, adagiatele sulla marmellata e poi rivoltate il bordo della crostata verso l’interno per renderla il più carina possibile.

Infornate a 180° per 20/25 minuti. Deve colorarsi leggermente e raffreddandosi si indurirà diventando friabile e croccante al punto giusto.

Servitela con amore.

E’ una ricetta semplicissima, quasi banale.

Ma come tutte le cose semplici e senza troppi fronzoli, non stanca mai. Chi direbbe di ‘no’ ad una cosina come questa?

La dedico alla mia mamma che di crostate  ne ha preparate moltissime  e molte ancora ne preparerà. Gliela dedico perchè come una crostata lei è delicatamente friabile fuori, ma  morbida e succosa dentro. 

Lei ogni giorno mi insegna che l’amore più profondo e generoso, si dimostra anche avendo cura dello ‘stomaco ‘ di chi si ama.

;-)

E’ una grande lezione che tutti dovrebbero imparare e saper riconoscere.

Alla prossima

la vostra

Pippi

:-)

40 commenti:

  1. Una mamma che sà mettere le mani sapientemente in pasta e "trasmette" alla figlia la passione più bella che c'è. Ogni immagine trasmette amore per la vita, per la cucina, per le cose autentiche che fanno diventare ogni giorno un pò speciale :)

    RispondiElimina
  2. Le tue righe sono di una tenerezza infinita e mi hanno commossa.

    RispondiElimina
  3. Che belle foto Pippi...e che parole dolci...ho perso la mia mamma da piccola e le tue parole "se solo potessi darle la mia vita" mi hanno colpita l cuore. è quello che anche io mi sono chiesta tante volte...non è possibile...purtroppo...ma se mia figlia un giorno mi scrivesse delle parole così...beh, allora la mia vita avrebbe avuto un senso.

    RispondiElimina
  4. Sai Laura, io e mia madre abbiamo un legame fortissimo,due donne in una casa di uomini. Le cose e i momenti più semplici sono i più belli, delicati, impalpabili. E' vero, l'amore incondizionato di una mamma supera qualsiasi cosa. Stupendo foto, stupede foto, stupende parole. Un abbraccio, Chiara

    RispondiElimina
  5. ...mamma....che dire ? condivido tutto ! Ciao Laura :-)
    La crostata è sempre il dolce più gradito, semplice e delicato.

    RispondiElimina
  6. Oddio, io che avevo quella crostata a portata di mano, non l'ho assaggiata!...
    Cara Laura, l'amore della mamma si apprezza sempre di più con gli anni, come la riserva di un buon vino... Purtroppo la mia riserva si nutre solo di ricordi..
    Un abbraccio e a domani!

    RispondiElimina
  7. Laura, ciò che le fotografie della tua crostata trasmettono, è amore, profondo amore, corroborato anche dalle tue parole, dai tuoi sentimenti. Quasi superfluo dire che la crostata è squisita!
    Buon fine settimana
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  8. cara Laura, la tua crostata di more...gustata il giorno che ti ho conosciuta di persona...assomiglia alla tua mamma, ma anche tanto a te...delicata , friabile, ma succosa e profumata, con in più il tocco femminile e amoroso di una presentazione semplice e attenta a non distrarre dagli elementi essenziali: deliziosa.

    RispondiElimina
  9. ...Ciao!! :-))
    Ho scoperto da poco il tuo blog e volevo dirti che è davvero splendido...le foto poi mi fanno letteralmente impazzire!!!
    Complimentissimi...un bacione!!
    Laura :-))

    RispondiElimina
  10. splendide...delicatissime... complimenti!

    RispondiElimina
  11. Ciao Pippi, condivido appieno le tue parole, anche per me è così... la gratidune per mia madre è infinita, lei che ogni giorno continua ad accudirmi (anche se non vivo più con i miei genitori) e mi chiede sempre se mangio! Questa crostata è la migliore espressione dei tuoi pensieri, croccante e dolce insieme... complimenti davvero! A presto

    RispondiElimina
  12. Non sai cosa darei, per sentire ancora il respiro di mia madre che mi dorme accanto... :) E anch'io credo che avrei associato il suo amore attento e premuroso ad una crostata: dolce, burrosa e rassicurante, come il sorriso di una mamma :>

    RispondiElimina
  13. E' la prima volta che vi sito il tuo blog..che emozione nel leggere queste righe...bellissime le foto e squisita la crostata!!!!davvero brava!!!!

    RispondiElimina
  14. Sono d'accordo con te intanto mi gusto la tua crostatina!

    RispondiElimina
  15. Ciao Pippi, ti seguo da pochissimo, sono Monica...complimenti per questa crostata..che davvero ha il profumo di mamma.
    Le tue parole mi hanno commossa, io nn ho più la mia mamma..e come te..lei oltre ad essere mia mamma era anche la mia bambina..e mi manca ogni giorno come l'aria che respiro.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  16. Oh mia cara Pippi, mi commuovi con questo post, sei un vero tesoro, e la mamma è sempre la mamma..... ;)
    E tutto si, può essere riassunto in questa bella crostatina....

    RispondiElimina
  17. che belle parole e che bella crostata Laura!!
    bacione
    MMM
    www.modemuffins.blogspot.com

    RispondiElimina
  18. Che bello questo post!
    Solo una mamma può capire quanto grande può essere l'amore !
    La crostata è fantastica!

    RispondiElimina
  19. bellissime parole e un pizzico di sana invidia per chi, come me, non ha mai avuto un buon rapporto con la propria mamma.
    bacioni!

    RispondiElimina
  20. che bella dichiarazione d'amore! chi merita amore più della propria mamma!? la crostatina è S U P E R B A

    RispondiElimina
  21. Parole molto belle, intense, vere....
    Ti abbraccio forte Pippi e mi gusto (virtualmente!) una fetta di questa crostata meravigliosa e ricca d'amore.

    RispondiElimina
  22. io vivo lontana dai miei,e la lontananza si fa sentire sempre di piu'...le mamme sono il nostro punto fermo,il nostro porto d'amore :)

    RispondiElimina
  23. Laura cara, anche stavolta le tue parole hanno colpito, piacevolmente, diritto al cuore! Sei straordinaria e, di sicuro, lo sarà anche la tua mamma. Un bacio a tutt'e due :-)
    Passa a leggere il mio ultimo post....sintonia di donne? Mah!
    La tua crostata di more (slurpissimeee) deve essere proprio buona, e le foto poi....tu sei sempre una "garanzia"...;-)
    Ciao, buona domenica

    RispondiElimina
  24. Quanta dolcezza e quanto amore!!! Per me invece l'amore per un figlio è un dolce lungo e complicato... che alla fine ti riempe e ti sazia all'inverosimile... ma io sono mamma di maschi... e forse è per questo che è più difficile...
    Ti bacio
    Stefania

    RispondiElimina
  25. Ciao Pippi,complimenti per questo blog da dove traspare un pò di te....e mi piace molto...e mi piaci molto! ;-) Buona Domenica.

    RispondiElimina
  26. ciao pippi, colgo l'occasione per invitarti a partecipare al mio primo contest di ricette di primi piatti dal titolo "SAPORI E COLORI DEL MEDITERRANEO"(http://primopiattoquasifatto.blogspot.com/2011/03/sapori-e-colori-del-mediterraneoil-mio.html)

    RispondiElimina
  27. Meravigliosa ricetta, la marmellata di more poi... una delle mie preferite, forse anche perché è tanto faticosa da preparare (io detesto troppi semini perciò la passo nel passaverdure a fori piccoli, una tortura!). Evviva le mamme (o i papà) che ci insegnano l'amore per la cucina!

    RispondiElimina
  28. Che splendida dichiarazione d'amore, Pippi. L'altro giorno quando ho visto la mia piccola (per niente una golosona) mangiare con gusto una fetta della mia crostata mi sono sentita felice. Cat

    RispondiElimina
  29. Ciao Laura, questo post dedicato a tua mamma è davvero dolcissimo e scritto con il cuore! DEolcissima anche la crostata impregnata di lei..anche nella tua descrizione del procedimento...si vede che è trasmessa da amdre a figlia!
    un bacione

    RispondiElimina
  30. Splendide queste crostatine!!!
    Complimenti!!!:)))
    Un bacio
    Raffa

    RispondiElimina
  31. Mi hai fatto venire un tuffo al cuore...purtroppo la mia mamma non c'è più da qualche anno ma è dentro di me e nella passione che mi ha trasmesso per la cucina e per l' amore per la vita...ho due figli meravigliosi e cerco di trasmettere a loro quello che mia madre mi ha trasmesso, anche nel preparargli buone cose da mangiare...la crostata è deliziosa!!! Un bacione

    RispondiElimina
  32. assolutamente una ricetta fatta con il cuore, si vede dalle foto.veramente invitante!

    RispondiElimina
  33. IO non posso più scrivere queste parole a mia madre, anche se spesso "parlo" con lei e sono sicura che da qualche parte c'è e mi ascolta. Non ho avuto il tempo di dirgliele, di pensarle magari sì, ma quando si è bambini tante cose hanno giustamente un significato diverso. Faccio un augurio a me ed a tutte le mamme...che un giorno possano leggere o sentire queste belle parole ricche di amore dai loro figli. E i loro giorni non saranno passati invano.
    Un abbraccio SMIIIILE
    Lucy

    RispondiElimina
  34. sei sempre dolcissima e le tue foto sono sempre più belle!:)

    RispondiElimina
  35. bellissime! intendo sia la crostata sia la tua dedica a tua madre....

    RispondiElimina
  36. Che belle parole!! La mamma é sempre la mamma e non ne possiamo proprio fare a meno. Non vedo l'ora di mangiare una fetta di ottima crostata, come la tua, insieme alla mia mamma!!! Baci! :)

    RispondiElimina
  37. Ciao cara!!!
    Sei invitata a partecipare al mio primo contest:
    COSA SFORNO OGGI?
    Iscriviti e passa parolaaaaaaaaaaa!!!
    Un bacione!
    Dada ^.^
    http://lericettedellamorevero.blogspot.com/2011/03/cosa-sforno-oggi-primo-contest-delle.html

    RispondiElimina
  38. Cara Pippi era tanto che non passavo da te...quanto amore traspare dalle tue parole e tutto si e' trasformato in una splendida crostata!
    Mette una gran voglia di averne un pezzetto, chissa' che bonta'!
    Bacioni

    RispondiElimina
  39. sì..credo che una mamma sia come una crostata, di more poi....una cosa squisita! Bellissima

    RispondiElimina
  40. Posso solo dirti...che mi sono commossa...
    So di quali 4 mura stavi parlando, e le lacrime sono scese da sole...
    Un bacio, mia grandissima amica, e un bacio alla mamma, con tante figlie, sparse per l'Italia...
    vi voglio bene <3
    Aurelia

    RispondiElimina