venerdì 28 ottobre 2011

Risotto alla zucca, noci e rosmarino

Ottobre è agli sgoccioli.

Tante cose sono successe, compreso un ‘piccolo’, ma denso, viaggio a Catania.

Quattro giorni fitti fitti.

Quattro giorni di leggera spensieratezza.

Ricordi?….la stessa che respiravi durante le gite ai tempi della scuola…

Sullo sfondo una città bellissima da scoprire: i suoi monumenti, il suo pittoresco mercato del pesce, i suoi vicoli, i parchi, la sua meravigliosa ‘cucina’ e l’Etna… che ci guarda imbronciato da lontano… e poi ci siamo noi, tre amici per caso, armati di macchina fotografica e mossi dalla stessa passione.

Pochi giorni e molto da condividere….dalla colazione al mattino ai pranzi veloci nei piccoli ristorantini del centro, dall’interminabile cena di ‘gala’ in un lussuoso albergo, agli sfiziosi aperitivi nella piazzetta proprio dietro l’angolo, da una bella mostra fotografica ad uno strano ‘concorso’ fotografico, dall’attraversata in fila indiana della movida catanese ad una sana bevuta di rum e succo di pera!

Seduti al tavolo di quella vineria ci siamo raccontati tante cose, ci siamo presi in giro, ci siamo fatti compagnia.

E ho capito che mi mancheranno, domani che partirò.

A loro dedico questo risotto.

Ingredienti:

200 gr di riso carnaroli

400 gr di zucca

100 gr di noci sgusciate

qualche rametto di rosmarino (se è in fiore meglio)

una cipollina di tropea

brodo vegetale q.b

olio extravergine

50 gr di parmigiano reggiano grattugiato

sale e pepe q.b.

Pulite la zucca togliendo la buccia, i semi e i filamenti interni.

Ricavatene dei cubetti. Tagliate la cipollina di tropea a fettine non troppo sottili.

In una padella antiaderente con un filo d’olio fate saltare la zucca con una spolverata di rosmarino tritato. Deve rimanere piuttosto soda alla fine aggiustate di sale e pepe.

Accendete il grill del forno e fate tostare i gherigli di noci pochi istanti.

Tritate con un coltello e grossolanamente gli aghi e i fiori di rosmarino poi metteteli in un mortaio insieme ai gherigli di noci tostati e pestateli….sentirete che profumo. Teneteli da parte.

Nella casseruola fate appassire la cipolla con poco olio, fatevi tostare il riso per qualche minuto fino a che non diventa lucido. Sfumatelo con del vino bianco oppure con il brodo vegetale come ho fatto io …

Poco alla volta aggiungete il brodo vegetale portando il risotto a cottura aggiustando di sale e pepe.

A fine cottura aggiungete i cubetti di zucca (tenendone qualcuno per la decorazione), spegnete la fiamma e mantecate con del buon olio (o burro) e del parmigiano reggiano.

Per ultimo aggiungete le noci e il rosmarino pestati e …

….servite subito!

E’ un risotto cremoso e delicato grazie alla dolcezza della zucca, ma le noci tostate e il rosmarino fresco sprigionano un aroma molto particolare che lo rendono davvero profumato!

L’amicizia è un’alchimia di ingredienti segreti.

Alla prossima

la vostra Pippi

Occhiolino

19 commenti:

  1. Sono la prima a passare da te cara Laura.
    Con il caffè in mano è come se continuassimo questo discorso che abbiamo già fatto la scorsa settimana sedute al tavolo della tua cucina.
    L'amicizia è una magia che ha bisogno di alcuni ingredienti difficili da trovare. Ma quando per pure coincidenze l'alchimia si crea non c'è niente di più bello e profondo.
    E' un tipo di amore che non teme nè il tempo, nè lo spazio che separa, che sono prove sempre difficili da superare.
    E tu sei una maga che sa fare questi incantesimi.
    Risotto spettacolare.
    Un abbraccio e ora il secondo caffè.
    Annina tua

    RispondiElimina
  2. meraviglioso questo risotto e che foto incredibili, brava...se ti va manda la ricetta al nostro zuccosissimo contest...fuori di zucca! baci

    RispondiElimina
  3. cosa c'è di meglio che rivederedegli amici, sedersi a tavola e raccontarsi tante belle cose?!io mi godo però virtualmente questo risotto a loro dedicato che è divino e io adoro la zucca!

    RispondiElimina
  4. Che foto!! Pippi sei sei più brava! Fantastico sei andata a Catania!L'ultima foto è incredibile! ;)

    Adoro la zucca e questo risotto ha sapori che conosco ma preparati in mondo eccellente!

    Baci Vevi :)

    RispondiElimina
  5. L'amicizia è un'incanto che può durare davvero tutta la vita.E ti stupisci di quando da grande incontri amici così.
    Risotto stupendo, invidio troppo renzino!!!!
    bacione

    RispondiElimina
  6. incantata davanti alle tue foto.
    L'ultima fa troppo ridere!

    A presto Pippi <3

    RispondiElimina
  7. Anna The Nice : pensa alla nostra amicizia.... :-) passami una tazza di caffè dai... :-*

    sulemaniche grazieee ho lasciato il mio contributo !! ciaoo

    Lucy non c'è niente di meglio...avrei voluto cucinarlo davvero per loro... ma non è stato possibile...ma lo farò prima o poi... :-)

    Vevi Catania è davvero bella :-) un bacione e grazieee

    Saretta bellaaaaaaaaa!!! l'amicizia scoperta da adulti è ancora più sorprendente! ;-*

    Martaaaaaaa !! dai che fra poco ci rivediamoooo! :-)

    arzach... guarda che poi ci credono!!!! :-P

    Sarah grazieeeee!!!!!!

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  9. Buono! Quest'anno ancora non ho fatto il risotto alla zucca, ma rimediero' presto e l'aggiunta di noci mi sembra un ottimo suggerimento!

    RispondiElimina
  10. Ciao! Adoro il tuo stile, complimenti :) Dopo la stranissima chiusura di Naso da Tartufo mi sono trasferita su www.lavitasegretadelletorte.com, piano piano sto cercando di ricreare i post e la sfida :) Ne approfitto per invitarti al mio contest "Love me Cake", può partecipare qualsiasi ricetta dolce (anche più di una) che faccia sentire "coccolato" chi la mangia :) le ricette che arriveranno in finale verranno effettivamente cucinate e testate! questo è il link http://www.lavitasegretadelletorte.com/2011/10/il-mio-primo-contest-love-me-cake.html bacio!!

    RispondiElimina
  11. Ciao Pippi, grazie mille per questa favolosa ricetta! La sto facendo or ora ed emana un profumino a dir poco delizioso! Ti seguo da diverso tempo e il tuo blog rappresenta per me una meravigliosa evasione dalla dura realtà.

    RispondiElimina
  12. Fotunato, è chi ti ha incontrata, e chi ti incontrerà nel suo cammino... sei un dono Laura , da custodire con cura, e io sono tra quelle persone fortunate , che possono dire che sei una donna speciale :))
    il risotto è spettacolare ... e poi mi dici dove erano le tue scarpe ...a nche se, un'idea me la sarei fatta ...
    baciooooo
    Aurelia <3

    RispondiElimina
  13. Arzach..... guarda che poi racconto cosa hai fatto tu a Catania.... :-P

    PaolaM le noci anche a mio avviso sono perfette come accostamento

    Benedetta ciaooo ok vengo a trovarti allora !! grazie!!

    Cupcake .... dimmi se ti è piaciuto...e perchè ... dura realtà? :-( ti aspetto di nuovo qui con me ok? un bacione!!

    Aureliaaa!! e io sono fortunata ad aver incrociato te nel mio cammino!!!! ..le scarpe?? le ho lanciate per poter saltare meglio... :-P

    RispondiElimina
  14. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  15. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  16. Anna.....si quasi.... :-)

    RispondiElimina