lunedì 27 dicembre 2010

Strudel di mele

Natale è appena passato.  E’ come un giro di boa, ci si guarda tra le mani e si fanno i conti  con la propria vita.

Io gli ho affidato parte delle mie paure e gli ho chiesto un pò di coraggio.

Il coraggio mi serve per non ‘soffocare’ quella traboccante voglia di vivere che è come un fiume in piena.

Mi serve perchè ho bisogno di essere felice, totalmente, senza riserve.

Mi serve perchè tra i mille strati della mia vita ne sta uscendo uno che credevo assopito. E mi piace questo strato…mi piace moltissimo!

:-)

Quindi se di ‘strati’ si parla, cosa ci può essere di meglio  di uno strudel dalle mille pieghe tutte generose  di sapori e di consistenze? Dalla tenera morbidezza della mela e dell’uvetta, alla croccantezza delle mandorle e dei pinoli tostati, dalla ‘ruvidezza’ del pangrattato,  all’impalpabilità della profumatissima cannella?

Ma sì… in fondo la vita è proprio come uno strudel,  fatta di tante sensazioni racchiuse in una superficie friabile e cedevole, più vai a fondo e più i ‘profumi’ di tutto il bello che la vita può contenere,  si sprigionano e a questo punto non devi far altro che lasciarti trasportare !

Al posto del panettone quest’anno ho optato per lo strudel alle mele, un classico intramontabile.

Ingredienti per la pasta strudel:

300 gr farina 00

100 gr di burro

2 albumi

pizzico di sale

acqua tiepida q.b.

Ingredienti per la farcia:

4 mele renette sbucciate e tagliate a cubetti

3/4 cucchiai di zucchero di canna

3/4 cucchiai di pangrattato

due noci di burro

50 gr di granella di mandorle

50 gr. di pinoli

buccia grattugiata di un limone

cannella in polvere

1/2 bicchierino di cognac

Per prima cosa impastiamo tutti gli ingredienti della pasta  aggiungendo l’acqua teipida poco alla vota. La Pasta deve essere lavorata a lungo sul piano di lavoro per renderla morbidissima ed elastica. Poi la faremo riposare per un’ora sotto una casseruola calda capovolta.

Nel frattempo cuociamo le mele tagliate a cubetti in una padella dove avremo messo una noce di burro, poi sfumiamo con il cognac, lasciamo evaporare e aggiungiamo lo zucchero di canna.

Facciamo insaporire  anche il pangrattato  con una noce di burro in un padellino e teniamo da parte. Tostiamo i pinoli e le mandorle, mettiamo l’uvetta in ammollo per dieci minuti in acqua tiepida.

Stendiamo la pasta in una sfoglia sottilissima, deve essere quasi trasparente, spennelliamo con del burro fuso e ricopriamola con le mele, il pangrattato, i pinoli, le mandorle, l’uvetta , la buccia grattugiata del limone e naturalmente la cannella.

Richiudiamo i lembi alle due estremità verso l’interno

e poi con estrema dellicatezza, perchè la pasta è sottilissima, cominciamo ad arrotolarlo su se stesso come nella foto qui sotto

Questa volta grazie al consiglio di Elisabetta Zamboni una mia cara amica, ho fatto cuocere lo strudel a corona per renderlo un pò più sfizioso per la notte di Natale

Cuocetelo a 180° per circa 30/35 minuti fatelo intiepidire prima di servirlo in modo che la pasta e la farcia si rassodino leggermente.

 

Che altro dire?

Buone Feste a tutti, miei cari amici lettori !!!!

Alla prossima

Pippi

;-)

19 commenti:

  1. Che meraviglia! Proprio come la vita... ;))
    Tanti auguri, polepole

    RispondiElimina
  2. Auguri, allora, per ogni strato della tua vita che verra' fuori nel 2011 :-)
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  3. ovviamnte ti faccio i miei migliori auguri,speriamo che per tutti sia un 2011 sereno!
    tutto quello che profuma di mele e cannella mi riscalda il cuore,eultimamente ne ho proprio bisogno!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Mi hai incuriosito, con tutta 'sta faccenda degli strati! Sia quelli dell'esistenza, sia quelli più propriamente...dolci! La ricetta è davvero bella, buona e interessante e sempre ben spiegata, come sempre sai far tu! Ti auguro un anno pieno di gioia, di salute e di serenità! :-)

    RispondiElimina
  5. Un post altamente filosofico...la stratificazione della vita, mica male come concetto. Sei forte Pippi. Ricetta molto bella, realizzata con rara maestria dalla principessa dello strudel. Tantissimi complimenti. Baci Francesco

    RispondiElimina
  6. ti è venuto benissimo, è il mio dolce preferito!

    RispondiElimina
  7. Lo strudel è senza dubbio il mio dolce preferito. Il tuo è divino!
    bacioni cara

    RispondiElimina
  8. Completare un pasto con tanta dolcezza è il massimo !

    RispondiElimina
  9. Un augurio così saporito e invitante nelle sue sfumature da accontentare tutti. Ti auguro di goderti tutti i vari strati variopinti e varigati della tua vita: vecchi, nuovi o ancora da scoprire ^_^

    Buone feste cara

    RispondiElimina
  10. è sempre un piacere passare a dare un'occhiata al tuo blog, sia per le bellissime foto e ricette, sia per le bellissime parole che ogni volta riesci a lasciare.. non posso che augurarti un buon 2011, sperando che ti faccia scoprire tutti gli "strati" migliori.. :)

    RispondiElimina
  11. Polepole tanti tanti cari auguri anche a te!

    Arabafelice si si piano piano stanno saltando tutti fuori i miei mille strati! :-) buon anno anche a te!!

    Ichigo: allora se hai bisogno di scarldarti un pò il cuore questo strudel te lo dedico ! :-) un abbraccio!

    Romy è un piacere 'risentirti' !!! grazie e auguro anche a te un 2011 favoloso!!

    Francesco grazie !!! un abbraccio e a presto !

    Pips: davvero??? anche il mio! :-)

    Barbara grazie!
    :-)

    Simo ti abbraccio forte forte e ti auguro un fantastico 2011! :-)

    Mary eh si poi io adoro le mele e la cannella :-) un abbraccio ciao! :-)

    Letiziando sei sempre così carina !! ti ringrazio e ti mando un grossissimo augurio di un nuovo anno scoppiettante! :-)

    Ge :-) grazieeeee! spero che tutti riescano a scoprire tutti gli strati di cui sono fatti ! :-) un bacio e buon 2011 anche a te!! :-)

    RispondiElimina
  12. Spero che questo strato ti avvolga e ti rende sempre più bella di quel che sei, e che ti renda davvero felice!Un abbraccio fortem e un augurio speciale per te e il tuo maritino :D

    RispondiElimina
  13. Buono, profumato, semplice...un dolce senza troppi grilli per la testa, un dolce che ti somiglia tantissimo, che ti conquista a prima vista, e al primo morso...
    Resta sempre ...così come sei, Pippi, semplicemente tu!
    Buon anno <3

    RispondiElimina
  14. ciao, passo per lasciarti i miei sinceri auguri per un 2011 tutto da inventare come vuoi tu, pieno di bei momenti. Ale

    RispondiElimina
  15. E' bellissimo scoprirsi e scoprire nuovi strati di vita, ti auguriamo di riuscire ad esprimerli al meglio e che il 2011 sia un anno pieno di momenti felici!
    Un abbraccio e...complimenti per quella meraviglia di strudel
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  16. Che bello scoprire gli strati che sono dentro di noi, alcune volte questi strati non mi piacciono altre volte mi sorprendono ma credo sia così per tutti.
    Ti auguro, cara Pippi, di non soffocare nessuna sensazione, di scorpire sempre lati nuovi ma di rimanere ''così come sei'' ;-)
    Un bacio grane e auguri a tutti da tutti noi!

    RispondiElimina
  17. E che strudel sia allora, ricco di strati e di sorprese magari, che arriveranno con il nuovo anno!! Tanti Auguri Pippi ;-)))

    RispondiElimina
  18. Bellissimo Pippi!!! E chissà che buono!!! Buon anno cara! Tanti tanto auguri!!! ;-D

    RispondiElimina