venerdì 1 ottobre 2010

Pere al vino rosso e miele di tiglio

Mercoledì mattina ho finalmente rivisto la ‘mia ragazza indiana’ , ho trovato il coraggio di fermarla, stava andando al lavoro percorrendo la solita strada. Era stupita e un pò in allerta di fronte a questa sconosciuta che ha bloccato la propria auto in mezzo alla carreggiata per poterle parlare un secondo…

Ci ho pensato su tante volte a come avrei potuto affrontare il discorso con lei, a come poterla avvicinare senza spaventarla e spiegarle il fascino che aveva avuto su di me con il suo incedere delicato, con quegli abiti tradizionali così deliziosi. Ascoltava con attenzione con quello sguardo tipico di chi non conosce bene la lingua del suo interlocutore. Cercavo le parole adatte per farle capire ciò che in realtà non capivo neppure io e che in effetti, a pensarci bene, nessuno con un’intelligenza media avrebbe potuto capire….solo una pazza come me poteva fermare una perfetta sconosciuta, per di più straniera, per chiederle ingenuamente…..ti posso fotografare??? sei così bella in questi tuoi abiti e con quegli occhi scuri……….e mentre mi uscivano fuori queste parole assolutamente inappropriate, la guardavo e vedevo già le foto che avrei potuto farle……. ma il suo sguardo, un pò spaesato all’inizio, intimidito e titubante poi, tanto che ho quasi sperato che volesse davvero prendersi il mio numero di telefono….. si è trasformato in un: no grazie …no foto….vado a lavorare è tardi…….

:-(

Chissà cosa avrà pensato di me……. non voglio neppure immaginarlo ;-)

Ma secondo voi…la Pippi, è un pò fuori di testa???? hehehe

Per consolarmi, perché ci sono rimasta troppo male, mi sono preparata queste pere al vino rosso. E' una ricetta della bravissima Jo Pratt tratta dal suo libro "In the mood for food", Luxury Books editore.

Ingredienti per 4 persone:

500 ml vino rosso

75 gr. zucchero semolato

2 cucchiai di miele di tiglio

1 stecca di vaniglia taglaita a metà

4 pere

Procedimento:

1) sbucciare le pere, dividerle a metà e privarle del torsolo facendo attenzione a non staccare il picciolo.

2) in una casseruola mettere il vino, lo zucchero, il miele e la vaniglia. Portare a bollore a fuoco lento, unire le pere e chiudere con il coperchio e un folgio di carta oleata. Far sobbollire per 8 minuti finchè infilzandole con una stecchino, si sente che sono diventate tenere.

3) Togliere le pere con un mestolo forato per scolarle bene e tenerle da parte.

4) Riportare a bollore il liquido e continuare la cottura a fuoco molto delicato (senza perderlo di vista) per 15/20 minuti fino a che diventa denso e sciropposo e poi lasciare raffreddare.

5) Togli la stecca di vaniglia e trasferisci lo sciroppo di vino rosso inuna ciotolina.

6) Servi le pere in una ciotola nappandole con lo sciroppo di vino e miele.

E’ un dessert raffinato e semplicissimo che si presta a diverse varianti per esempio per renderlo più invernale sarebbe carino aromatizzare il vino rosso con cannella, fiori di garofano e scorza d’arancia …come il vin brulé.

Le delusioni a volte ce le procuriamo da soli….. nel mio caso perchè sono troppo impulsiva, mi faccio prendere dall’enstusiamo, vivo le cose intensamente nel bene e nel male. Quando ho un ‘dolore’, questo mi trafigge nel modo più lacerante ma quando sono felice, lo sono in maniera totale, e se mi trovo in uno di questi momenti di ‘estasi’ sentirmi dire: no…fermati…calmati…. mi fa venire voglia di ‘sparire nel nulla’ :-)

Quindi, vorrei dedicare questo dessert a chi come me deve cercare di frenare i propri entusiasmi ad un livello più ‘fruibile’ per tutti quelli che ci girano intorno, soprattutto per non metterli in imbarazzo, ok?

Promesso! ;-)

Alla prossima

la vostra pacatissima

Pippi

;-)

28 commenti:

  1. uno spettacolo!!il miele di tiglio poi,a cucchiaiate!!

    RispondiElimina
  2. Ogni tuo post è una dichiarazione d'amore alla vita. e' bellissimo leggerti...

    RispondiElimina
  3. Ciao Pippi, ma non te la prendere e no, non sei fuori di testa oppure lo siamo un pò tutte noi:-)
    Ma lo sai che le tue foto sono sempre più belle? Brava
    Buon we

    RispondiElimina
  4. Sai cosa Pippi bella? La felicità sta nell'impulso di quel gesto, nella voglia di fermare una sconosciuta per la sua sola eleganza....ho letto d'un fiato il racconto, sperando si concludesse con un happy ending. Ma ho scoperto- nel leggerlo- per me l'happy end stava proprio nel tuo esser finalmente riuscita a fermarla: con leggerezza, un pizzico di follia ed un carico positivissimo di vita vera, di quella vissuta.
    Un abbraccio, ma grande grande

    RispondiElimina
  5. Foto mozzafiato!

    Per il resto che dire...anch'io sono un pò come te, non conosco mezze misure e rimango male quando qualcuno cerca di smorzare il mio entusiasmo!
    In quanto a te, a noi piaci tanto anche per questo!

    Doriana

    RispondiElimina
  6. che spettacolo queste pere, bellissime foto romantiche.dai cara non sei fuori...ma unica! baci e buon week

    RispondiElimina
  7. Tu...così come sei...
    Pippi, se non fossi così, dovremmo proprio inventarti!!!
    Mi sembra di vederti, davanti alla bellissima sconosciuta, che sfoggi uno dei tuoi bellissimi sorrisi, e le chiedi di poterla fotografare...
    mi piaci proprio perchè sei così, fresca,vera ,spontanea, e non fingi mai!!

    E le tue pere???
    Una coccola deliziosa,delicata e semplice...come te :)
    Un bacio mia grande amica

    RispondiElimina
  8. Ciao, un bacio speciale ed un complimentone per le pere.
    A presto!

    RispondiElimina
  9. La Pippi è la Pippi, nel bene e nel male (se può esistere il male nella Pippi :-D).
    Io in Sicilia non ho resistito a 3 o 4 "soggetti" particolari e ho scattato "a distanza" (d'altronde se un va in strada in un certo modo diventa "di pubblico dominio" hehehehehe).
    Scherzi a parte hai fatto bene a chiederle l'autorizzazione ma vedo che ti sei poi consolata alla grande :-D
    Ritenta, sarai più fortunata :-D

    RispondiElimina
  10. Ciao, ho indetto la mia prima raccolta, mi farebbe piacere se tu partecipassi!

    RispondiElimina
  11. Ciao, ho indetto la mia prima raccolta, mi farebbe piacere se tu partecipassi!

    RispondiElimina
  12. Hai ragione cara Pippina, a volte ci aspettiamo troppo da qualcuno o da qualcosa...e rimaniamo inevitabilmente delusi...a me ultimamente va spesso così!
    Ti sei consolata alla stra-grande, direi...eheheheh, ma vedo che anche tu di libri culinari ne hai a bizzeffe..o sbaglio?!
    Baciotti e buon fine settimana

    RispondiElimina
  13. più ti leggo e più penso che abbiamo molte cose in comune! anche io sono fulminata!! a volte faccio le cose e poi mi chieso il perchè, e se lo chiedono anche gli altri, sono impulsiva!! dunque mi prendo un po'di queste pere meravigliose, che fanno sognare!! FOTO STREPITOSE!! sono sempre più belle!! buon we!

    RispondiElimina
  14. Hai fatto bene a farlo, magari potresti anche riprovare in un secondo momento. Io non mi trovo molto a mio agio a fotografare le persone proprio perchè non trovo il corraggio di chiedere il permesso di fotogarfarle. Ci sto lavorando sopra:). Buon fine settimana pS : che bontà questa ricetta!

    RispondiElimina
  15. Che peccato..ma se ci penso anch'io avrei detto di no a una sconosciuta: non ci fidiamo più di nessuno e abbiamo paura anche della nostra ombra...
    poi non mi piace assolutamente farmi fotografare!
    per fortuna queste pere sono assolutamente fantastiche e le foto sono da professionista!
    Ciao!

    RispondiElimina
  16. Puio sempre dar la colpa dei tuoi impulsi a queste deliziose pere, che riproporrò sicuramente. Scherzi a parte magari è un po' diffidente nei confronti della nostra cultura occidentale, o forse adesso si strà pentendo di non averti detto di sì..baci buon fine settimana!

    RispondiElimina
  17. Ma questo blog è fantastico...no tu sei fantastica! Peccato per la tua ragazza indiana ma... beh, sai è di una cultra totalmente diversa dalla nostra, si sarà sentita un pò intimorita... ma io dico che con una di queste pere l'avresti conquistata!sembrano così deliziose... e poi son ofacili da rpeparare e fanno un gran bell'effetto se servite come dessert al termine di una cena! A presto allora! E se vuoi passa a trovarmi, mi farebbe moltissimo piacere! :-D

    RispondiElimina
  18. Mirtilla anch'io adoro il miele di tiglio!! :-)

    Aria in cucina sono commossa davvero...grazie! :-)

    Nepitella meno male che mi consoli un pò !! hehe

    RispondiElimina
  19. Reb grazie per il tuo abbraccio ne ho bisogno! :-) si alla fine sono comunque contenta di averla fermata ..almeno ci ho provato! :-)

    Doriana non sai che felicità sapere che vi sto bene anche così ;-) un bacioneeee!!

    Lucy hehehe ti abbraccio forte forte e grazie!!

    Aurelia tu sei troppo buona con me...ti assicuro che a volte posso diventare noiosa con questo mio carattere....però ti voglio beneeee!! ehehehhe

    Edith grazieeeeeeee!!

    Baol ;-) ciaoooo!

    Jajoooooooooo!!! sta arrivando natale prima o poi dobbiamo organizzareeeeee!!!!!!!! ;-)

    Milla arrivo subito!! :-) grazie!

    Simo...hai ragione..a volte capita anche che pensiamo che gli altri provino le stesse cose che proviamo noi...ma non è così...dobbiamo imparare a capire anche questo.... :-) libri e riviste tantissime che non so più dove metterli! :-)

    Katia...non so...ma lo avevo capito che eravamo schizzate ugualiiiiiiii ehehehehhehe bene bene l acosa mi fa piacere ! :-)

    Ancutza io invece adoro fotografare le persone i loro sguardi tutto mi piace delle persone e spesso non ho bisogno di chiedere il permesso perchè sono persone che conosco.... :-)
    un bacio!

    Aniko a me piace farmi fotografare solo da poche persone con le quali mi sento naturale...comunque anch'io avrei detto di no....... per poi pentirmi subito dopo però... heheheh
    ;-)

    Le pellegrine Artusi.... ci riproverò più inlà chissà...mai dire mai... ehhehe

    Mirtilla passo sicuramente e grazie!!! :-)

    RispondiElimina
  20. Ahahaahaha Laurè... mi fai morire.. si..si.. tu stai completamente fuori di testa!! L'avrai spavenatta a morte.. ahahaha chissà davvero che avrà potuto pensare.. ahahahahaahah vabbè... Ottime le pere.. pensa che io le ho semrpe e solo fatte intere e sbucciate al forno.. con vino rosso e zucchero.. mi piace l'aggiunta del miele...e vaniglia!!! baci e buon lunedì .-D

    RispondiElimina
  21. Finchè la spontaneità non incontra la maleducazione (e la cosa sicuramente non ti riguarda !!!)......ben venga, anche se a volte porta un poco di amaro in bocca! Prontamente scacciata da questa coccola dolce, avvolgente ed autunnale!
    Buon tutto e tanti SMILE
    Lucy
    PS- sarà stato il tempo autunnale, umido e triste...ma le "pere tinte" domenica sono arrivate anche sulla nostra tavola...su una bella torta coccolosa !

    RispondiElimina
  22. Finchè la spontaneità non incontra la maleducazione (e la cosa sicuramente non ti riguarda !!!)......ben venga, anche se a volte porta un poco di amaro in bocca! Prontamente scacciata da questa coccola dolce, avvolgente ed autunnale!
    Buon tutto e tanti SMILE
    Lucy
    PS- sarà stato il tempo autunnale, umido e triste...ma le "pere tinte" domenica sono arrivate anche sulla nostra tavola...su una bella torta coccolosa !

    RispondiElimina
  23. Cara Laura non essere così severa con te stessa.... perchè pentirti di un gesto così spontaneo e bello?
    In fondo era un complimento il tuo.
    Ma evidentemente il timore ha prevalso....
    Ma hai fatto non bene, benissimo!!!
    e poi se quando stai giù riesci a fare delle delizie così, sia di dolci che di foto.....mamma mia....
    Bacioni alla mia pippi adorata.
    Dai quando vengo io mi metto un sari, mi faccio trovare per caso per strada e ti faccio da modella vestita da indiana...
    e ... aggratis... ricordi?
    Bacioni
    Anna

    RispondiElimina
  24. E' veramente un peccato che non si sia lasciata fotografare..magari ha detto no perchè l'ahi presa alla sporvvista..magari pensandoci su cambierà idea!! Lo spero...vorrei tanto vedere le foto che le faresti!
    Comunque queste pere...wow..che gola!!
    Buona giornata
    Silvia

    RispondiElimina
  25. E daaiiiiii: sarebbe ora !!!
    Appena finito di sistemare la nuova cantina vorremmo fare un viaggetto di 2 o 3 giorni: ci piacerebbe Genova e.... la Pippi è di strada !! :-D

    RispondiElimina
  26. Claudia dici???? hahha ma daiiiiiiiiiii!!! eheheh un bacioneee!

    Lucy grazie per la tua presenza costante e per le tue parole ti abbraccio!

    Annaa!!! una bella indiana con sari e capelli biondissimiiiiiii !! ehhehee


    Silvia chissà...adesso so dove lavora..... ehehe

    Jajo...certo che la Pippi è di strada!!! vi aspetto!

    Arzach: bentornato ;-) hehhee

    RispondiElimina