venerdì 6 marzo 2009

Trevisano brasato al Cabernet

DSC06054

Qualcuno per caso ha fatto degli spergiuri??? No perchè oggi qui......c'è il sole......... durerà?!

Anche questa ricetta proviene dal mio adorato corso di cucina che purtroppo è agli sgoccioli.... sic sic..... approfitto per partecipare alla raccolta della Streghetta del Web che vi ricordo termina il 30 marzo 2009 !




Cara Streghetta, ti mando questo radicchio brasato che può essere utilizzato come accompagnamento di carne o pesce perchè ha un sapore delicatissimo......ma soprattutto....come elemento basilare per un....... ve lo dirò la prossima volta.... hehe vi tengo con il fiato in sospeso....vero? Siete tutti li trepidanti per sapere con cosa utilizzerò questo meraviglioso radicchio.......

Passiamo alla ricetta:

Ingredienti:

2 cespi di radicchio trevisano

50 gr. di lardo di colonnata a cubetti

olio evo

sale pepe

Cabernet (che poi vi gusterete a cena)

Procedimento:

Per prima cosa si taglia il radicchio in quattro spicchi, si sciacqua bene e si mette in una teglia, si condisce con sale, pepe, olio evo, una bella spruzzata di vino e si cosparge con i dadini di lardo.
DSC06047
Si copre la teglia con carta alluminio e si inforna a 100° per circa 40 minuti...... è profumatissimo....sento ancora la fragranza e quel delicato sapore di vino.......
DSC06051

...to be continued...........

Buon Week end a tutti e che Dio ce la mandi buona!!!!!!!

23 commenti:

  1. Ma che buono e raffinato! complimenti per la ricetta!!
    bacioni

    RispondiElimina
  2. pur essendo trevigiana e pur mangiando spesso il radicchio non lo avevo mai provato così, grazie mille per la dritta!!!!

    RispondiElimina
  3. NOOOOOOOOOOOOO!!!!!!! il LARDO DI COLONNATA!!!!!!!!!! ammazza quanto mi garba!!!!
    ho visto dal profilo che sei di Massa, bisogna che ritorni dalle tue parti per comprarmi di nuovo un bel pezzo di lardo!!!

    questa ricetta deve essere divina!

    Ti linko nel mio blog roll!

    Ciao!

    RispondiElimina
  4. semplice ma sciccosissima!!

    RispondiElimina
  5. Ah! Mo' facciamo anche le ricette a puntate con suspence incorporata! Ma chi si crede lei...Agatha Christie??? :))) Senti Agatuccia, se per caso invece del lardo ci metto un po' di pancetta dici che può andare? Io ci provo...

    RispondiElimina
  6. che meraviglia!!! complimenti anche per la foto!! ehhe è una delle prime cose che noto!! bacini e buona giornata

    RispondiElimina
  7. Grazie per la magnifica ricetta!!! Questa insalata è portentosa!! Mi dispiace che il tuo corso di cucina sia quasi agli sgoccioli, io ne comincio uno a fine mese "cucina naturale e biologica in armonia con le stagioni" giuro che non vedo l'ora!!!
    per quanto riguarda la tua raccolta, haimè, con gli strudel sono una vera e propria frana, se non mi viene fuori un mostro, prometto di partecipare, sperem..... ^_^

    RispondiElimina
  8. che buono! adoro il radicchio cotto! così dev'essere sublime|! baci

    RispondiElimina
  9. Pippi che partiolare questa ricetta ,semplice e raffinata allo stesso tempo,mi sa che ti somiglia un po'...Perquanto riguarda la tua raccolta devo dire che con gli strudel non ho molto feeling, ma se trovo qualcosa di adatto ci provo.Un abbraccio e buon week-end

    RispondiElimina
  10. che buono non l'ho mai fatto così!! oggi da me c'era il sole ma ora è molto nuvoloso purtroppo!
    ciao ciao!!

    RispondiElimina
  11. nche quì c'era (e sottolineo c'era) il sole, poi è arrivato un vento pazzesco ed una pioggerellina che non se neva più:(
    Buono il radicchio, cucinato così ancora di più:)

    RispondiElimina
  12. Delizia straordinaria, il trevisano brasato forse è il modo migliore per mangiarlo, noi lo adoriamo!
    Baci da sabrina&Luca

    RispondiElimina
  13. ti seguo spesso, oggi voglio salutarti (ho più tempo per scrivere, le bestiole sono dalla nonna wow!), questa ricetta mi piace molto perchè ha un esecuzione semplice ma un risultato dal sapore complesso (con gli aromi del vino, il dolce del lardo e l'amaro del radicchio). mi piace il tuo blog, è ricco di idee e spunti interessanti,si respira un aria gioviale, allegra e mi piace definirlo un" blog dalle porte aperte" per la tua gentilezza ed esuberanza. brava!

    RispondiElimina
  14. Mmmmmmmmm...dev'essere buonissimo!!!
    Ciao Pippi, un abbraccio;-)

    RispondiElimina
  15. Buono buono buonissimo il radicchio, fatto così poi....
    Buonissima serata, baciottolo!

    RispondiElimina
  16. Ne mangerei non so quanto...

    RispondiElimina
  17. Incrociamo le dita per la fine settimana!! :-)))


    Un abbraccio!! :-)

    RispondiElimina
  18. Buono, buono, buono!
    E ho una vaga idea che lo utilizzerai per ... uno strudel!
    Un bacione!

    RispondiElimina
  19. Io adoro il trevisano!!! Ma sai che così non l'ho mai provato?!?! Mamma mia che bellezza quella teglia...
    Bravissima!
    A presto e buon fine settimana!

    RispondiElimina
  20. Ciao Pippi ed auguroni per domani 8 Marzo festa della donna. Maria

    RispondiElimina
  21. Quando passo dal tuo blog mi viene sempre un sacco di fame ;)

    RispondiElimina
  22. Mi piace un sacco il radicchio, ma così non l'ho mai mangiato, deve essere delizioso...aspetto l'accompagnamento!! Sono passata anche per ringraziarti della fantastica dritta per il soffritto, con i gambi di prezzemolo cambia eccome, grazie grazie!!

    RispondiElimina