venerdì 26 settembre 2014

Zuppa piccante di miglio e lenticchie rosse

millet and red lentils soup

(leggi e ascolta con me)

L’autunno è tra noi.

Annunciato da tempo, è arrivato qui, ieri, nel tardo pomeriggio e uscendo di casa l’ho percepito chiaramente sulla pelle.

Al mio rientro dalla caldissima Calabria, dove il tempo sembra essersi fermato in pieno luglio, non appena ho appoggiato il piedino sulla scaletta dell’aeromobile in terra toscana, una folata di aria freddina ha fatto svolazzare il mio vestito. E se pur felice di essere atterrata sana e salva, dopo aver sorvolato l’Italia intera con un ‘briciolo’ di paura, adesso provo  un pò di nostalgia per tutto quello che quella terra ha rappresentato per me in quei pochi giorni, con i suoi colori e le sue incongruenze,

Calabria sett. 2014-1629

Calabria sett. 2014-1788

Calabria sett. 2014-1983

e soprattutto per le persone speciali che ho conosciuto e che cercano di renderle giustizia con il loro lavoro serio e pieno di passione.

Di questa Calabria mi sono innamorata, di queste persone che ti accolgono con un sorriso e il cuore in mano, mi sono innamorata.

Calabria sett. 2014-2016

Calabria sett. 2014-1671

Calabria sett. 2014-1869Calabria sett. 2014-1337

Ma vi racconterò tutto questo a brevissimo.

Per salutare l’autunno con i suoi colori ambrati e caldi e per fare un piccolissimo omaggio alla Calabria bella, oggi ho preparato una zuppa piccante con ingredienti un pò insoliti nella mia cucina, ma che giorno dopo giorno sto riscoprendo con grande entusiasmo: il miglio e le lenticchie rosse. Una zuppa ristoratrice, sana e con quel tocco di rosso piccante che serve per darle una marcetta in più. Buonissima anche il giorno dopo riscaldata in forno, sotto il grill, magari con una spolverata di parmigiano, ne preparo sempre una dose doppia per questo motivo. E’ ottima così da sola ma anche per accompagnare crostacei o molluschi in un piatto unico e si presta ad essere personalizzata a seconda dei gusti e delle preferenze. Cosa volete di più? Non vi resta che provarla.

millet and red lentil soup

L’origine della ricetta? il retro della confezione del misto di miglio e lenticchie. Incredibilmente buona.

Ho fatto qualche piccola variante alla ricetta di base ma il risultato è stato davvero superiore alle aspettative.

Per 4 persone

Ingredienti:

100 gr lenticchie rosse

100 gr miglio decorticato

1 bicchiere scarso di passata di pomodoro

2 spicchi d’aglio

1 mazzetto di prezzemolo

1 peperoncino rosso

1 litro e 1/2 di brodo vegetale

olio extravergine d’oliva

sale

millet and red lentil soup

In una casseruola con 2 cucchiai di olio fate soffriggere l’aglio tritato finissimo e il peperoncino a fettine (regolatevi sulla quantità di peperoncino in base al grado di piccantezza dello stesso e del vostro gusto). Unite le lenticchie e il miglio, tostateli per un paio di minuti e poi aggiungete il brodo caldo tutto in una volta.

millet and red lentil soup

Portate a bollore, coprite, abbassate la fiamma e fate cuocere dolcemente per circa 30 minuti. A fine cottura regolate di sale, unite il prezzemolo tritato e un filo d’olio buono buono.

millet and red lentil soup

con amore

Pippi

Cuore rosso

36 commenti:

  1. Mi perdo nelle tue foto :) Un abbraccio cara

    RispondiElimina
  2. Ha colpito tutti noi, per la bellezza dei paesaggi, per la bontá dei prodotti e soprattutto per il calore umano e per la passione vista oltre che l'amore per la propria terra. Giorni fantastici come questa ricetta. Però anche da noi fa ancora caldino, la mangeremo tra un po'.
    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fabio stranamente in questi ultimi giorni il sole splende radioso anche qui un autunno tiepido me lo auguro dal più profondo del cuore :-) un bacione

      Elimina
  3. Caspita Laura…ma come fai a fare queste foto??? Io non ci riescooooooooo!!!
    Baci
    Ci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cinzia ma che dici!!! ho visto le foto della tua vacanza e sono rimasta estasiata non buttarti giù che non è proprio il caso tu sei molto brava!!!! :-)

      Elimina
  4. E io la proverò Laura!! La tua zuppa è semplicemente fantastica...ristoratrice per il corpo e per l'anima...come le tue foto! Un caro abbraccio, Mary

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ormai è diventata il mio appuntamento settimanale e la sto provando con mille variazioni sul tema anche con la zucca a cubetti è speciale!! :-)

      Elimina
  5. Il retro della confezione è stato profetico! Mai zuppa fu più bella! complimenti!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh si verissimo!! :-) a volte non si presta attenzione alle ricette o ai consigli di utilizzo e invece si scoprono sapori di cui non ne puoi più fare a meno :-)

      Elimina
  6. Ciao Lauraaaaaaama quanto tempo che non passo a trovarti come stai??????? Sei sempre bravissima coi tuoi scatti.. con le tue ricette. cavolo.. complimenti!!! Mi piace questa zuppetta.. devo fare un giro al natura sì.. e comrpare un pò di cosine che mi interessano come miglio.. e quinoa!!! un abbraccione forte.. :-) buon week-end!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Claudia!!! che bello rivederti!! sto scoprendo anch'io nuove cose sai? ingredienti che non avevo mai troppo considerato e che in realtà stanno prendendo il sopravvento nella mia cucina. Beata che hai Natura si..vicina... :-)

      Elimina
  7. Adesso che arriva il freschetto mi strafogo di minestre e zuppe, questa è da urlo.
    Le foto ????? che te lo dico a fà....... buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Kiara.... ;-) io sono una minestraia...zuppe,minestre, vellutate non vedevo l'ora dell'arrivo dell'autunno per ricominciare :-) graziieieieieieieieiei ;-)

      Elimina
  8. Ti ricordi quando ti dicevo che le tue foto sono le più belle del web? beh è ancora così... l'amore per ogni dettaglio, la cura nello styling, i colori, le luci... tutto è poesia da queste parti:) un caro abbraccio Laura:*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simona tu mi vedi con occhi pieni di stima e io te ne sono molto riconoscente...grazie davvero tantissimo!!! io ce la metto tutta, a volte non sono soddisfatta altre un pochino di più, ma tanto devo ancora imparare ;-)

      un bacione grande !!!

      Elimina
  9. è splendida questa ricetta! sarebbe perfetta per il GFFD perché è senza glutine, davvero complimenti. Buona domenica, ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciaooo grazie!! senti come posso fare per partecipare???

      Elimina
  10. <3 sempre meravigliosa sei..

    RispondiElimina
  11. la calabria è piena di contraddizioni ha un potenziale incredibile che però rimane tale senza essere sviluppato .... bisogna dare onore a chi cerca di enderle giustizia lavorando duro per cercare di far emergere il buono che c'è e che non può non essere conosciuto
    ultimamente mi sto appassionando alle zuppe e questa la proverò sicuramente appena le temperature lo consentiranno perché qui durante il giorno fa ancora caldo
    do)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero la Calabria è una regione con un potenziale altissimo che è stata però maltrattata dagli stessi calabresi. Ma ho conosciuto persone che lottano duramente che si impegnano perchè le cose cambino e perchè quella terra possa finalmente avere la possibilità di rendere al meglio per far star meglio tutti, ma soprattutto chi la abita e la ama. :-)

      Elimina
  12. Ho sempre trovato odioso l'espressione che attribuisce un'accezione negativa alla "minestra riscaldata": io adoro le zuppe il giorno dopo! E questa il giorno dopo dev'essere una favola! Con il trucchetto del grill poi! Buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. concordo pienamente e ti assicuro che questa non ha niente da invidiare alle zuppe più classiche :-)

      un bacione e graziee!!

      Elimina
  13. Cara Laura, la Calabria anche per me ê terra di contrasti affascinanti, in attesa del resto del racconto mi godo questa splendida zuppa gluten free,
    È una ricetta perfetta per il gluten free friday di Gluten free travel & living se volessi lasciarla nel nostro bellissimo archivjondi ricette basta che metti il link nel post di venerdì e poi ti contatto io per inserirla. Bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eccoti!! grazie lo farò con grande piacere!! vado subitissimo! un bacio!

      Elimina
  14. Io sono contenta che il settembre romano mi stia regalando sole, tepore e luce alta, ma da un lato non vedo l'ora di riscaldarmi con zuppe, ciotole, ciotoline, mestoli abbondanti, spezie, colori intensi... qui trovo tutto questo, come un ottimo antipasto che fa venire fame di tutto quello che verrà dopo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francesca l'autunno quando non è troppo piovoso come in questi ultimi anni è la stagione che amo di più, perché qui non fa mai freddissimo, i colori diventano morbidi, e verso sera mi piace starmene a casa con la pentola che sobbolle piano piano sul fornello, tiro fuori la tovaglia di cotone grezzo, un rametto di salvia come centro tavola (perché di fiori ahimé in giardino non ce ne sono più)...e mi godo queste piccole cose :-) ci piacciono le stesse cose...ogni volta me ne rendo conto sempre di più! ;-)

      Elimina
  15. Laura le tue foto sono splendide rendono la bontà del piatto e, se ti va, la prossima ricetta senza glutine, postala di venerdì, così aiuterai tante persone a comprendere che mangiare senza glutine, non significa mangiare senza gusto. <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma certo Stefania con piacere !!! :-) grazie grazieeee :-)

      Elimina
  16. Laura! tesoro!
    lo sai che non ho mai abbinato il miglio alle lenticchie!!!?!!
    evvai!!! ricetta profumata e piccantina!! questa si che è una coccola per il rientro a casa serale! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. coccolissima credimi!! mi incuriosisce capire come potresti personalizzarla :-) un bacioneeee

      Elimina
  17. Ricetta sfiziosa, mi ispira molto! Mi hai decisamente conquistata quando ho letto: "Buonissima anche il giorno dopo riscaldata in forno, sotto il grill, magari con una spolverata di parmigiano"... sbav sbav! Salvo la ricetta, cercherò di farla al più presto. Buona settimana.

    RispondiElimina
  18. Ed ecco che arrivato l'autunno arrivano anche ottimi piatti come la tua zuppa, ma che buona che deve essere, mi salvo la ricetta perché mi intriga molto! Un abbraccio e...complimenti per le foto che sono meravigliose!

    RispondiElimina
  19. Ma Pippi questa zuppetta è incantevole! Ha un colore così caldo e rassicurante :) anche se io continuo a mangiare tanta frutta durante il giorno alla sera un piatto caldo e coccoloso come questo non me lo nego di certo :)
    un abbraccio!

    RispondiElimina
  20. Fotografie eccelse e ricetta da vero comfort food nostrano.

    RispondiElimina