giovedì 27 giugno 2013

Dolce con farina integrale, yogurt e ciliegie–Wholemale cake with yogurt and cherries -

(English version below)

Ecco, sono qui.

Seduta, come ogni mattina, davanti a questo spettacolo. Merli, piccoli passerotti e una famigliola di eleganti upupe beccano tra i fili d’erba o si fanno il bagno nelle ciotoline piene d’acqua delle tartarughe che ancora dormono. Alcuni planano, altri scappano via, attirati da un altro fazzoletto di prato. E poi, ci sono quelli più piccini che si aggrappano ai teneri rami degli olivi o del piccolo melo e dondolano, dondolano… come su un’altalena.

Mi muovo, quasi senza respirare, per non far rumore e far sì che rimangano qui con me mentre vi scrivo.

Buongiorno dal mio prato.

Tartaruga

Oggi un dolce romantico nella forma e nel cuore, fatto di rosse e dolci ciliegie.

Ingredienti:

270 gr farina integrale

150 gr zucchero di canna integrale

250 gr yogurt greco

2 uova

semi di mezzo baccello di vaniglia

80 ml olio extravergine d’oliva

200 gr ciliegie denocciolate

2 cucchiai di farina in più per le ciliegie

3 cucchiaini di lievito per dolci

un pizzico di sale

Procedimento:

Lava e asciuga bene le ciliegie, elimina il gambo e con l’apposito strumento, togli i  noccioli. Tagliale se vuoi a metà e tienile da parte.

in una ciotola mescola gli ingredienti secchi e quindi farina, zucchero, lievito e i semi di vaniglia; in un’altra ciotola miscela gli ingredienti liquidi: le uova leggermente sbattute, lo yogurt e l’olio più un pizzico di sale.

Unisci gli ingredienti liquidi in quelli secchi e senza mescolare troppo (proprio come si fa con i muffins) unisci le ciliegie, infarinate, amalgama velocemente e versa il composto in uno stampo a ciambella di 24 cm oppure come ho fatto io, in uno stampo da budino da circa 1,3 litri, imburrato.

Cuoci in forno a 160° per 50 minuti circa.

Fallo raffreddare prima di sformarlo e cospargilo di zucchero a velo poco prima di servirlo ai tuoi ospiti.

Si fa voler bene al primo sguardo questo dolcino.

Stella

Ingredients:

270 gr wholemeal flour

150 gr brown sugar

250 gr greek yogurt

2 eggs

seeds of half a vanilla pod

80 ml extra virgin olive oil

200g pitted cherries

2 extra tablespoons of flour for the cherries

3 teaspoons of baking powder

a pinch of salt

Directions:

Wash and dry the cherries, remove the stem and, with the special tool, remove the kernels. If you prefer, cut them in half and keep them aside.

In a bowl mix the dry ingredients:  flour, sugar, baking powder and the vanilla seeds, and in another bowl mix the liquid ingredients: the eggs, lightly beaten, the greek yogurt , olive oil and a pinch of salt.

Combine the liquid ingredients into the dry ones and mix not too much (just like you do with muffins) combine cherries, firstly sprinkled with flour, blend quickly and pour the mixture into a ring mold of 24 cm of diameter or, as I did, into a mold  for pudding of about 1.3 liters, generously buttered.

Bake at 160° for about 50 minutes.

Let it cool before remove it from the mold and sprinkle it with powdered sugar just before serving to your guests.

Stella

with love

Pippi

Cuore rosso

24 commenti:

  1. tutto è amore qui da te, il prato gli uccellini, l'atmosfera e le foto parlano da sole. Raccontano quanta passione e quanto amore metti in ogni cosa, in ogni gesto. Quello zucchero a velo fermato in un fotogramma mi ha fatto squagghiari, sciogliere. :*
    grazie adorabile donna
    :*
    Cla

    RispondiElimina
  2. O_O che meraviglia!! complimenti!!!!

    RispondiElimina
  3. Sa di tanto amore e bontà. Grazie!

    RispondiElimina
  4. Sa di tanto amore e bontà. Grazie!

    RispondiElimina
  5. è fantastico e mi sa che te lo scopiazzo, sai?! ;)
    baci!

    RispondiElimina
  6. Con questa descrizione mi si è materializzata davanti agli occhi la casetta nel bosco delle fiabe. E mi è spuntato un sorriso sulle labbra. Grazie per questo dolcissimo inizio giornata :) Il cake me lo segno, mi “violenterò” a conservare una manciata di ciliegie da infilarci dentro. Mi sa di un buono...
    Un bacione, buona giornata

    P.S. la “pioggerella” di zucchero a velo nella foto è bellissima. A me è scesa una “tormenta” :))))

    RispondiElimina
  7. Ma se ti assumo con regolare contratto me lo pubblichi un post al giorno, possibilmente di primo mattino?
    Mi hai restituito un mezzo sorriso...
    Grazie :-)

    RispondiElimina
  8. Dolcissima Laura, l'atmosfera magica che ci hai descritto come sempre la ritrovo nelle tue foto... la freschezza, la primavera, la calma e la serenità... riesci a disegnarci le tue emozioni attraverso gli scatti e io non posso che ringraziarti :*
    delizioso poi il dolce... sei magnifica:*
    un abbraccio grande :)

    RispondiElimina
  9. Una meraviglia della natura che ritrovo in campagna dai miei! Fantastico il tuo dolce da rifare presto, adoro lo yogurt greco e le ciliege poi mmmhh! ciao ciao luisa

    RispondiElimina
  10. Come vorrei quel prato, quel risveglio della natura, quella pace... la città è bollente, urge contatto con il verde quanto prima... magari stesa sotto un albero all'ombra con tante fette della tua torta in un cestino di paglia... che bel quadretto... :-)

    (le foto sono sempre da urlo, brava!)

    RispondiElimina
  11. Mi ripeto lo so che mi ripeto quando io vedo questi set, queste foto, queti dolci mi...commuovo! Che brava sei???? Mannaggia...Ti abbraccio cara
    a prestissimo spero (bello averti rivista a Milano...che sorpresa...)
    simo

    RispondiElimina
  12. Yogurt e ciliegie?!? Una delizia!

    RispondiElimina
  13. Ma che paradiso... Tra la descrizione del tuo prato e la visione di questa spettacolare ciambella mi sono ritrovata a sognare per qualche secondo!
    Baci!

    RispondiElimina
  14. Vivi in un posto da favola!
    Foto fantastiche e ricetta deliziosa!
    Franca

    RispondiElimina
  15. Ohhh come mi piaceeee...lo sai che ieri un merlottino probabilmente ai primi esperimenti di volo è atterrato sulla mia terrazza dove ho le grandi fioriere piene di erbe aromatiche. Era cicciotto e non sapeva più alzarsi in volo. Mia figlia l'ha preso e lo ha messo sul muretto del terrazzo e lui ha barcollato un po' e poi è caduto di sotto....mentre guardavamo giù per capire se era caduto per terra, è sparito....forse si è librato in volo ma non l'abbiamo più visto. Siamo stati male tutta la sera. E mia figlia che quasi piangeva perché non l'aveva tenuto lì, fra le erbe aromatiche.
    Mi serve un po' della dolcezza della tua torta per riprendermi. Ti abbraccio forte.
    Pat

    RispondiElimina
  16. Sogno di vivere anch'io in un posto così!!! :-)
    la ricetta buonissima!! Le foto come sempre strepitose!!!!
    ti abbraccio
    Sara

    RispondiElimina
  17. delle foto non si puoì dire niente. della torta neppure. del tuo prato posso dirti che è come il mio: stamani sulla siepe di lavanda c'erano un sacco di apine ronzanti e tante farfalle, il profumo si sentiva anche da lontano.... Leopoldo come stà? un abbraccio.... sarebbe bello rivedersi e farsi altre due risate con un bel bicchiere di vino come a Genova....
    baci
    Sandra

    RispondiElimina
  18. Cara Laura, questo post è lo specchio della serenità e dell'armonia. Un po' quello che tutti cerchiamo, ma che solo raramente riusciamo a trovare.
    Io sabato partirò per i monti e finalmente potrò godere di suoni, rumori e colori della natura. Non vedo l'ora. Il richiamo alle origini è fortissimo, credimi.
    Ti mando un forte abbraccio, Vale

    RispondiElimina
  19. Che meraviglia approdare qui da te, un'isola incantata e incontaminata...oserei aggiungere. L'amore è la chiave di tutto. Laddove l'amore è l'ingrediente principale, lo si sente, lo si vede in tutto quello che si fa. Come qui da te.....con le tue squisite ricette, con le tue arti fotografiche e con le parole che l'accompagnano. Un bacio Ale

    RispondiElimina
  20. Che meraviglia approdare qui da te, un'isola incantata e incontaminata...oserei aggiungere. L'amore è la chiave di tutto. Laddove l'amore è l'ingrediente principale, lo si sente, lo si vede in tutto quello che si fa. Come qui da te.....con le tue squisite ricette, con le tue arti fotografiche e con le parole che l'accompagnano. Un bacio Ale

    RispondiElimina
  21. Eccomi Laura, passo anche da te finalmente! mi sa proprio che stai in un paradiso...anche io non posso proprio lamentarmi, è che spesso il vortice che è la nostra vita ci impedisce di fermarci un attimo ad ascoltare il silenzio e chi lo popola...
    un bacio

    RispondiElimina
  22. ciao laura! sono troppo contenta di averti conosciuta a genova! le tue foto sono stratosferiche, di una bellezza assolutamente irraggiungibile :)))
    un abbraccio e a presto!

    RispondiElimina