lunedì 12 gennaio 2015

Insalata di broccoli, melograno, uvetta e semi di girasole

Broccoli salad

Ascolto il respiro calmo di Leopoldino che, seduto sulle mie ginocchia osserva, assonnato, grassocci merli beccare affamati nella terra tra un cespuglio e l’altro. Le zampe abbandonate penzolano e la testolina, ad un certo punto, cede alla stanchezza appoggiandosi con delicatezza sulla mia spalla, lo cullo con un movimento quasi impercettibile allora, il mio piccolino, socchiudo gli occhi anch’io e, insieme, ci godiamo questa splendida giornata di sole.

Il sole rinfranca il corpo e l’anima, inonda la mia casa di luce, profuma i panni stesi ad asciugare e ricarica di energia vitale anche il più piccolo essere vivente. Ne farò scorta con gratitudine.

Questo mio nuovo anno è iniziato, in cucina, all’insegna del colore, della croccantezza e della freschezza, quasi a voler trasmettere l’energia positiva di cui mi sento pervasa in questo periodo e che mi mette in pace con il mondo e con me stessa. Non è sempre detto, infatti, che un cibo per essere di conforto debba essere per forza caldo come una zuppa o dolce come un dessert. Le verdure e la frutta di stagione, manipolate il meno possibile (vedi i miei Tabouleh di cavolfiore bianco e viola) aiutano ad affrontare una ‘dieta’ depurativa, con un pizzico di allegria per gli occhi e molto gusto e divertimento per il palato, donando piacere e senso di benessere.

Quindi che aspettate?

Broccoli salad with raisin, pomegranate and sunflowers seeds

Ricetta tratta da un libro di cucina che si sta dimostrando una vera ‘rivelazione’ per me, The Green Kitchen, scritto e fotografato dai bravissimi David Frenkiel e Luise Vindahl.

Nella ricetta originale in realtà il broccolo viene utilizzato crudo, io ho preferito scottarlo leggermente anche per esaltarne il sapore che adoro. Per chi non amasse la cipolla può ovviamente eliminarla o sostituirla con qualcosa di più delicato come lo scalogno. Per il condimento ho seguito i loro consigli utilizzando lo yogurt che però ho trasformato in una salsa, aggiungendo succo di limone, sale e olio, mentre per mio marito ho preparato una delicata maionese fatta in casa. Niente toglie di condirla però con un filo d’olio ed eventualmente qualche goccia di aceto balsamico.

Inoltre, Davied e Luise aggiungono del Cheddar che è un formaggio inglese a pasta dura. Io ho preferito non utilizzare nessun tipo di formaggio lasciando questa insalata un semplice contorno, ma se volete trasformarla in un piatto unico potete aggiungere del Cheddar, se lo trovate, oppure della feta sbriciolata o, meglio ancora, scaglie di buon parmigiano reggiano.

Lasciate libera la fantasia perchè questa insalata si presta veramente a mille varianti.

Ingredienti per 4 persone:

2 teste di broccoli, divise in cimette

1/2 cipolla rossa, affettata sottilmente

2 manciate generose di uvetta sultanina

2 manciate di semi di girasole, tostati

chicchi di 1/2 melagrana

150 g di yogurt al naturale

2 cucchiai di succo di limone

1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva

sale

Broccoli salad with raisin, pomegranate and sunflowers seeds

Lavo molto bene le cimette di broccolo, le tuffo per 3 minuti in acqua bollente salata in modo da intenerirle leggermente, le scolo, le raffreddo sotto acqua fredda per fermare la cottura e fissare il colore che deve essere di un verde brillante.

Tosto i semi di girasole, per un minuto, in una padellina antiaderente senza aggiungere grassi e affetto la cipolla molto sottilmente.

Sgrano la mezza melagrana immergendola in una ciotola di acqua fredda, recupero i semi e li tampono con della carta da cucina per eliminare l’umidità.

Preparo la salsa allo yogurt mescolandolo al succo di limone, regolo di sale ed aggiungo l’olio extravergine d’oliva.

Riunisco tutti gli ingredienti in una ciotola capiente, li mescolo in modo da amalgamarli bene, porto in tavola e accompagno con la salsa allo yogurt.

Broccoli salad with raisin, pomegranate and sunflowers seedsBroccoli salad with raisin, pomegranate and sunflowers seedsBroccoli salad with raisin, pomegranate and sunflowers seeds

con amore

Pippi

Rosa rossa

9 commenti:

  1. sembra un quadro questa tua meravigliosa insalata...un tripudio di colore e allegria, oltre che di salute!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simo!!! :-) una buona insalata che mette il buon umore senza farti aumentare il girovita... ;-)

      Elimina
  2. Ciao Laura! Intanto voglio farti i miei auguri per il piccolino e per l'anno nuovo...che sia sereno e ricco di salute e sogni!! Scusa la mia scarsa presenza degli ultimi tempi, ma tra il trasloco del blog sulla nuova piattaforma e i vari malanni che mi hanno afflitta, sono stata alquanto destabilizzata. Hai ragione, il comfort food non dev'essere necessariamente caldo...Questo piatto è meraviglioso, sembra davvero un quadro!! Bellissimo e sicuramente delizioso!! Tanti baci a te e a Leopoldino...Mary

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa si chiama telepatia... sono appena venuta a trovarti... rimettiti presto Mary!!
      un bacioooo

      Elimina
  3. decisamente buono e sono,cromaticamente meraviglioso!!

    RispondiElimina
  4. Che freschissima e colorata insalata..mi ispira da matti :-)
    Complimenti Pippi e felice lunedì ^_^

    RispondiElimina
  5. un'insalatona pazzesca!
    non appaga solo le papille gustative ma anche la vista!

    RispondiElimina
  6. Sono bellissimi i colori di questo piatto, mettono di buon umore! Quel libro piace tanto anche a me, ben scritto e tante ricette interessanti... Leopoldino è un tesoro! Un abbraccio grande!!

    RispondiElimina
  7. Vero, la ricordo questa insalata nel libro! Era una di quelle che avevo segnato "da provare", ma come tante altre, è poi finita nel dimenticatoio. Grazie per aver pensato a ritirarla fuori! ;) Siamo tutte in fase depurativa mi pare di capire quindi in questi giorni questa ci scappa sicuro!
    un abbraccio Pippi!

    RispondiElimina