martedì 20 maggio 2014

Vanilla Magic Custard Cake

magic cake-1936

Svegliarsi la mattina e trovarsi immersa in tutto quel verde: piccole siepi di bosso, archi fioriti, cespugli di rose di ogni colore, gerani che sporgono dai davanzali, cipressi maestosi, filari di vite che si irradiano nella valle e distese di olivi a non finire. Solo per me. O quasi.

il falconiere-1638

Mi sono lasciata scivolare dentro quel silenzio ovattato, interrotto solo dal sottile fruscio delle fronde mosse dal vento, quel senso di pace che allenta le tensioni quotidiane, quella ‘bellezza’ fatta di profumi e colori, per rigenerare il mio ‘sguardo’ sulle cose. Sulle persone. Sulla vita.

Due giorni possono bastare per riuscire a riprendere con chiarezza il proprio cammino.

E’ trascorso molto tempo da quando mi sono annotata questa ricetta che ha spopolato sul web in mille versioni. Arrivo sempre per ultima, me ne rendo conto, ma le ricette che vi presento in questo spazio, non sono mai dettate da un calcolo su ciò che è la tendenza del momento. Anzi, di solito, sfuggo da questi meccanismi. L’unico stimolo è la mia gola e il mio umore. 

E’ certamente una torta molto fotogenica se ti viene bene, dove soprattutto non bisogna aver fretta perchè la cottura è piuttosto lunga e delicata. La sua magia credo stia nella reazione chimica che avviene grazie al calore del forno che fa si che tutto quel mescolone di ingredienti, in cottura, formi ‘magicamente’ tre strati di una bontà unica. Consiglio vivamente di prepararla per tempo in modo da gustarla dopo averla lasciata solo leggermemente intiepidire, vi assicuro che è speciale.

Oggi inizio con la versione base alla vaniglia ma si presta bene ad essere personalizzata, quindi lasciate libera la fantasia e procedete!

p.s. nelle varie ricette sul web, da cui è difficile risalire al vero autore di questa delizia, si parla sempre di una teglia quadrata da 20 cm di lato. Io ho utilizzato il mio stampo piccino picciò da 18 cm scarsi che ho imburrato bene e foderato con carta da forno in modo che la carta fosse un paio di cm più alta del bordo della teglia.

magic cake-1880

In questo modo ho potuto riempirla al massimo della sua capacità e la torta è diventata più cicciotta, morbida  e con tre strati belli evidenti.

Altra precisazione, le uova devono essere a temperatura ambiente ed inserite gli ingredienti secondo i passaggi indicati.

Buona torta magica!

magic cake-1913

 

Ingredienti

125 gr burro

120 gr farina setacciata

450 ml latte intero

4 uova separate a temperatura ambiente

150 gr zucchero

qualche goccia di succo di limone

1 cucchiaio di acqua fredda

semi di una bacca di vaniglia

un pizzico di sale

zucchero a velo per la decorazione

magic cake-1925

 

Pesate tutti gli ingredienti, fate fondere il burro e lasciatelo intiepidire versandolo in una ciotolina pulita. Scaldate il latte in una piccola casseruola senza però portarlo ad ebollizione. Tenetelo da parte lasciandolo intiepidire tanto da poterlo sentire con la punta del dito, appena tiepido dev’essere.

Nell’impastatrice, con la frusta, lavorate bene i tuorli con lo zucchero e i semini di vaniglia. Lavorate a velocità alta per dieci minuti, dovrete ottenere un composto cremoso, chiaro e molto soffice dove lo zucchero si sia completamente sciolto e incorporato alle uova. Continuando a lavorare a velocità minima, incorporate il burro fuso e il cucchiaio di acqua, unite poi la farina setacciata, poco alla volta e il latte a filo, sempre con le fruste che lavorano lentamente.

In un’altra ciotola montate a neve, non troppo ferma, gli albumi, con un pizzico di sale e le gocce di limone. Uniteli poi alla crema senza smontarli.

Imburrate una teglia quadrata a cerniera di 18 cm di lato circa poi foderatela con carta da forno in modo da facilitare il distacco della tortina, ho foderato la base dello stampo con un foglio e il bordo con un’altra striscia di carta un pò più alta in modo da poter riempire al massimo lo stampo con il composto.

Portate il forno a 150/160° e cuocete per 1 ora circa. Fate comunque sempre la prova del bastoncino, se esce asciutto la torta è cotta a puntino!

magic cake-1941

Prima di servirla, per renderla più sfiziosa, spolverizzatela con dello zucchero a velo.

magic cake-1944

Non resta che assaggiarla !

magic cake-1959

Per ultimo vi lascio un cestino con i miei adorati fiori d’angelo che sono sbocciati proprio in questi giorni in giardino.

magic cake-1893 

 

con amore

Pippi

18 commenti:

  1. Ciao Laura, questa torta è fantastica. Le foto sono stupende, come il tuo blog.
    Se ti va passa sul mio che è nato da poco, ti lascio il link http://www.cucinaearmonia.com/

    RispondiElimina
  2. Laura...di nuovo la torta magica, allora ti rincuoro non sei tu l'ultima perchè io devo ancora provarla! Sono curiosissima di sentirne il sapore eil profumo. Mi perdo e mi ritrovo ogni volta nelle tue stupende foto, passare da te è sempre un piacere! Un bacio, a presto Manu

    RispondiElimina
  3. Prendersi dei giorni per respirare e per sentire il respiro del mondo, certe volte è proprio necessario. Sono momenri di coccole. Bellissima la tua custard cake. E le foto, che dire delle foto...io ne sono innamorata!

    RispondiElimina
  4. fiori d'angelo che accompagnano una torta paradisiaca!! che bella Laura!! si sente il suo delicato profumo fin qui!
    un abbraccio
    Silvia

    RispondiElimina
  5. e semmai la torta non fosse abbastanza magica...c'è sempre la magia dei tuoi racconti, e, mi ripeto, delle splendide foto!

    RispondiElimina
  6. Com'è invitante e tranquillizzante questa torta che sembra così elegantemente "casalinga". Le immagini sono da premio.
    Luisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le tue foto sono magiche, i luoghi che fotografi sono magici, i pensieri che condividi con "me" sono magici!
      Grazie

      Elimina
  7. Com'è invitante e tranquillizzante questa torta, così elegantemente "casalinga". Le immagini sono da premio.
    Luisa

    RispondiElimina
  8. E io che pensavo ormai di conoscere tutto il foodweb, quest torta proprio non l'avevo mai vista O___o non si finisce mai di imparare!!!

    RispondiElimina
  9. Il tutto è invitante e squisito…ma le foto…beh queste sono SUBLIMI!!!
    Cinzia

    RispondiElimina
  10. bella cicciotta e strizzata nei 18 cm a me preferiti!!! le foto fanno sognare di essere dentro un prato almeno per il tempo della lettura. un bacio grande Laura :)

    RispondiElimina
  11. che meraviglia! ti ho appena scoperta e spero che organizzerai presto un workshop in veneto: parteciperò di sicuro!

    http://tacchiepeperosa.blogspot.it/

    RispondiElimina
  12. sembra sciogliersi in bocca questa torta!!!
    http://duecuoriinpadella.blogspot.it/

    RispondiElimina
  13. Ciao Laura!
    Che dire di questa tua ennesiama poesia?
    Love it!
    Ti abbraccio
    simo

    RispondiElimina
  14. Cara Pippi, pensa che ho trovato la ricetta di questa torta su una preziosa (per me, tanto che l'ho scannerizzata tutta!) copia di una rivista di dolci australiana degli anni Settanta, della mamma di un mio collega!


    Certe ricette hanno origini che non immaginiamo :)

    Un abbraccio

    Elvira

    RispondiElimina
  15. Che bella fotografia, mi sono innamorata grazie per condividere questa stupenda ricetta. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  16. Le foto rendono davvero giustizia a questa torta fantastica!!!!

    RispondiElimina