martedì 1 aprile 2014

Flan di ceci con cumino, origano e pepe di Caienna

Flan di ceci con cumino, origano e pepe di caienna

(ascolta con me mentre leggi)

Un’ora di luce in più.

Le finestre si spalancano presto al mattino e si chiudono tardi la sera come occhi avidi di colore. Leopoldo freme per uscire, attirato dai merli e dai passerotti che ignari di lui, per un momento, si appoggiano tranquilli sul prato per beccare i vermetti nascosti tra i fili d’erba. Li lascio mangiare in pace ancora per un po’.

Con lo sguardo cerco le margherite che si dischiudono solo a metà mattina, quando il sole finalmente inonda anche quella parte di giardino e allora formano delle chiazze di bianco puro che da lontano sembra neve…che strano, neve. Neve che qui non cade mai, neppure d’inverno…

Sono immobile, la fronte appoggiata al vetro e la mia tazza di té che fuma, stretta tra le mani come ogni mattina. Un fremito mi percorre la schiena, le mani tremano, e gli occhi cercano disperati qualcosa che è ormai lontano… finito.

So cos’è.

Ma è solo un attimo, poi Leopoldo con la zampetta mi gratta un piede e torno, riconoscente, qui da lui, la fronte appoggiata al vetro e il mio té che aspetta di essere bevuto. Apro allora uno spiraglio dalla porta e una nuvola cinguettante e disordinata si leva all’improvviso dal prato.

 

Le spezie non mi abbandonano.

Questo impasto assomiglia molto a quello dei falafel anche se per quest’ultimi, i ceci, non devono essere cotti ma semplicemente lasciati in ammollo per alcune ore.

Anche in questa ricetta torna il cumino, che credo ormai abbiate capito io adoro, fin troppo, a detta dei miei compagni di desco. Cioè, uno solo. Sarò costretta per qualche tempo a lasciarlo chiuso nel barattolino.

Ho voluto dare un tocco nostrano  a questo flan con una grattatina di pecorino stagionato che armonizza tutti i sapori concentrandoli su di sé e l’origano…ne vogliamo parlare? E’ talmente ricco di  profumo in questo periodo che non si può non utilizzarlo. Mentre scrivo al computer intravedo dalla finestra l’altra metà del mio desco che sta rimpolpando di erbette nuove la mia aiuola odorosa. Anche questo è amore. Infinitamente grata. Grazie. 

Flan di ceci con cumino, origano e pepe di caienna

Ingredienti:

500 gr ceci lessati

1 cipolla tritata finemente

1 spicchio d’aglio tritato finemente

3 uova

40 gr pecorino grattugiato

2 cucchiai di farina di mais

1 cucchiaino di semi di cumino

1/2 cucchiaino di pepe di Caienna in polvere

origano fresco qualche rametto

olio extravergine d’oliva

sale q.b

 

Flan di ceci con cumino, origano e pepe di caienna

Mettete i ceci lessati in un mixer, aggiungete la cipolla tritata, l’aglio, le foglie di origano, il cumino pestato, il pepe di Caienna, un pizzico di sale e qualche cucchiaio d’olio. Frullate per qualche secondo fino ad ottenere un composto omogeneo. Unite le uova intere, il pecorino grattugiato e mescolate bene.

Ungete una piccola pirofila e spolveratela con due cucchiai di farina di mais (o pan grattato), eliminando l’eccesso.

Versatevi il composto, livellatelo e ponete in forno caldo a 180° per circa 25 minuti. Sarà pronto quando si sarà formata una crosticina dorata sulla superficie.

Flan di ceci con cumino, origano e pepe di caienna

 Flan di ceci con cumino, origano e pepe di caienna

 Flan di ceci con cumino, origano e pepe di caienna

Alla prima occasione provate questo flan e tenete conto che i ceci sono importantissimi per la nostra salute anche se un pochino calorici (basta non abusarne) sono ricchi di fibre, ferro, potassio, fosforo, vitamina A e aiutano ad abbassare i livelli ematici di colesterolo e glucosio.

flan di ceci-8235-3

Buon tutto

Pippi

15 commenti:

  1. Laura i tuoi post sono sempre poesia. Le tue parole, velate a volte da quell' istante passeggero di malinconia, sono sempre piene di gratitudine per tutte le cose che la vita ci regala. Fanno riflettere e fanno stare bene....
    Adoro i ceci e questa combinazione di spezie e sapori mediterranei è davvero appetitosa!
    Grazie per le tue belle parole e per questa bella ricetta... Un abbraccio forte forte
    Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Sandra, grazie per aver così profondamente compreso.... grazie...

      Elimina
  2. Laura che meraviglia... la poesia delle tue parole e delle tue foto... Fantastico questo flan... io e le bambine adoriamo i falafel, quindi la proverò senza ombra di dubbio! Un bascione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. prossima settimana li preparerò anch'io :-) un bacione alle tue bambine!!

      Elimina
  3. Ceci forever.
    Sto solo aspettando di usare anche io quelle meravigliose pirofiline, ma foto come le tue posso solo sognarmele.
    Un bacio cara la mia Pippi!

    RispondiElimina
  4. Bello tutto Laura, le tue parole, le foto, la ricetta (che ho copiato ancora prima di scrivere questo commento.. ;-)) ...cmq lo amo molto anch'io il cumino..ma non faccio testo però..ché sono una mezza 'drogata' di spezie ed erbe aromatiche ;-)
    Un abbraccio! Roberta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roberta!!! grazie di cuore!!!

      Elimina
  5. che delizia...e che splendide foto!
    http://duecuoriinpadella.blogspot.it/

    RispondiElimina
  6. Le tue foto ed i tuoi testi, lo so,dimmi pure che son ripetitiva, catturano!!!
    Cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cinzia.... sei un vero tesoro...grazieeeee :-)

      Elimina
  7. Sei magica... lo sai?
    Le tue foto e le tue parole, mi catturano e mi fanno sognare...
    Un abbraccio Laura!

    RispondiElimina
  8. Sei magica... lo sai?
    Le tue parole e le tue immagini... mi catturano e mi fanno sognare!
    Un abbraccio Laura!

    RispondiElimina
  9. Quando vengo a "casa tua" rimango sempre incantate dall'atmosfera rilassata e romantica che riesci a creare con immagini e parole...leggerti è una vera coccola. Non ho mai provato un flan di ceci e mi hai messo voglio di provarlo...splendida la teglia in cui l'hai presentato.
    Dolce fine settimana
    Enrica

    RispondiElimina
  10. Eh ma allora devo fare la lista delle tue ricette da provare! Bellissimo il modo in cui le proponi con immagini e parole!

    RispondiElimina