domenica 27 ottobre 2013

Risotto porri, timo e pecorino – Risotto leeks, thyme and pecorino cheese

 risotto ai porri pecorino e timo-1262-4

E’ la domenica in cui gli orologi si riprendono un’ora di luce.

Per me, è come se da oggi iniziasse l’inverno, anche se fuori fa veramente troppo caldo per crederci.

Non so se tutto questo possa davvero modificare il nostro umore o il nostro modo di porci di fronte alla vita. So solo che oggi mi sento una briciola di nostalgia, dentro.

Non è tristezza. No. E’ un passaggio, un nuovo cambiamento, un allontanarsi da qualcosa per avvicinarsi a qualcos’altro.

E ogni cambiamento porta sempre con sé quel poco o tanto di incertezza che, se a volte può far vacillare, in altre occasioni può rappresentare il sale della vita.

Quindi, decisa a far si che la mia vita sia sempre meno ‘insipida’, prendo questo stato d’animo e lo vivo fino in fondo, mi godo anche questa domenica che si porta in corpo la promessa di una pioggia imminente per dedicarmi a qualcosa che la pioggia concilia…la lettura di un buon libro.

Non prima però di avervi lasciato una di quelle che si definiscono ‘ricette- non ricette’: un risotto, speciale almeno per me, per il semplice fatto che i porri sono stati raccolti dall’orto di casa, e credetemi se vi dico che sono pregni di profumo e sapore! Gli ho abbinato un olio extravergine intenso, un pecorino dal gusto deciso ma il tutto ammorbidito dalla la freschezza del timo-limone.

Che sia una giornata ‘luminosa’, anche tra una goccia di pioggia e l’altra…

Buon inizio a tutti voi!

risotto ai porri pecorino e timo-1268

Ingredienti per 4 persone:

300 gr riso carnaroli

3 porri

600 ml brodo vegetale

1/2 bicchiere di vino bianco secco

80 gr pecorino grattugiato

timo fresco abbondante

olio extravergine d’oliva q.b

sale q.b.

risotto ai porri pecorino e timo-1277-2

Lava i porri eliminando le foglie più esterne e la parte verde. Affettali sottilmente e poi sciacquali di nuovo mettendoli in un colapasta.

In una casseruola con 3 cucchiai di olio fai andare per qualche minuto i porri fino a quando non saranno diventati teneri, aggiungi il riso e fai tostare. Sfuma con il vino bianco, e poi prosegui la cottura aggiungendo poco alla volta il brodo bollente.

A fine cottura manteca con 2 cucchiai di olio extravergine, il pecorino e abbondanti foglioline di timo. 

pane ai cereali-1255-2

Ingredients for 4 serving:

300 g Carnaroli rice (I used the Special Reserve San Massimo)

3 leeks white and light-green parts only

600 ml vegetable broth

1/2 cup of dry wine

80 g grated pecorino cheese

abundant fresh thyme

extra virgin olive oil q.b

salt q.b.

Halve leeks lenghtwise and rinse thoroughly, pat dry in a colander and then thiny slice. In a saucepan bring broth to a simmer over medium. In another saucepan with three tablespoons of olive oil over medium add the leeks, cook and stirring for two minutes until softened. 

Increase heat to medium-high, add rice and cook, stirring, until translucent at the edges, for 1 minute.

Add wine and stirr until evaporated, add a cup of broth, stirring until it is absorbed. Repeat process, gradually adding broth, until rice is al dente.

Remove from the heat, add other 2 tablespoons of olive oil, the grated pecorino and thyme leaves stirring.  

 

 

with love

Pippi

mercoledì 23 ottobre 2013

Crema di zucca con crumble di amaretti – Pumpkin cream with amaretti crumble -

pumpkin cream with amaretti crumble

(english version below)

( “Eppur sentire” Elisa http://youtu.be/bGv59_Ty3qw)

Guardo il giorno che si spegne lentamente e verso il mare, avverto un temporale che si avvicina.

I lampi, lontani, lacerano il cielo e per una frazione di secondo, nuvole oscure e pesanti di pioggia si svelano.

Esco per cercare Leopoldo, non lo ‘sento’ da un pò, lo trovo sdraiato sullo stipite della porta.  L’aria, fuori, è ancora tiepida come quando era settembre, e nonostante i lampi, si sta bene, anche il vento si è fermato.

Mi avvicino e Leopoldo mi guarda mollemente come quando vuole che mi sieda con lui. Lo facciamo spesso. La schiena appoggiata alla porta, lui sulle mie ginocchia e gli occhi rivolti verso il cielo… come per cercare qualcosa.

 

Questa calma che oggi mi sento dentro non poteva che tradursi in un dolce morbido. Come questa crema che  racchiude il colore  e il sapore dell’autunno, stagione che adoro per quell’atmosfera calda, un pò melanconica… quasi contemplativa.

Buon autunno a tutti voi e che ci aiuti, con il suo sonnacchioso aspetto, a riprendere il respiro. Un respiro lungo e profondo.

 

ingredients for pumpkin cream

Ingredienti:

350 gr zucca (polpa già pulita)

150 ml panna fresca

4 uova

70 gr maizena

500 ml latte

120 gr zucchero

1/4 di cucchiaino di polvere di cannella

1/4 di cucchiaino di polvere di chiodi di garofano

100 gr di amaretti

50 gr di burro + 30 gr di burro per la crema

qualche foglioline di menta

crema di zucca alla panna e crumble di amaretto-1095-2

Tagliate la zucca a pezzetti e fatela cuocere a vapore per 15 minuti circa o fino a quando sarà diventata morbida. Mettetela nel bicchiere del frullatore e riducetela in purea.

 

crema di zucca alla panna e crumble di amaretto-1076-4

Tritate gli amaretti e mescolateli con il burro fuso, stendete questo composto in una teglia antiaderente senza compattarlo e cuocete in forno a 160° per 15  minuti.

crema di zucca alla panna e crumble di amaretto-1120

Mettete il latte in una casseruola con un pizzico di sale, la cannella e i chiodi di garofano in polvere e una parte dello zucchero.

In una ciotola sbattete i tuorli con il restante zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Unite la maizena e mescolate. Versate due mestoli di latte caldo continuando a mescolare poi mettete la crema nella casseruola e riportate a bollore, fate cuocere per 2 minuti e togliete dal fuoco.

Versate la crema in una ciotola pulita, amalgamatela con la purea di zucca e la noce di burro. Mescolate bene, coprite con una pellicola e tenete da parte.

crema di zucca alla panna e crumble di amaretto-1107-3

Montate la panna con due cucchiaini di zucchero a velo, distribuite la crema nelle ciotoline, decoratela con un cucchiaio di panna montata, il crumble di amaretti e una fogliolina di menta.

crema di zucca alla panna e crumble di amaretto-1143-2

 

ingredients:

350 g pumpkin (pulp already clean)

150 ml fresh cream

4 eggs

70 gr cornstarch

500 ml milk

120 gr sugar

1/4 teaspoon of cinnamon powder

1/4 teaspoon of ground cloves

100 grams of macaroons

50 grams of butter + 30 g butter for cream

a few mint leaves

Directions:

Cut the pumpkin into small pieces and let it steam for about 15 minutes or until it became soft. Put it in the blender and reduce it to a puree.

Finely chop amaretti and mix them with the melted butter, spread this mixture into a baking pan without compacting it and bake at 160 degrees for 15 minutes.

Put the milk in a saucepan with a pinch of salt, cinnamon and cloves powder and  two tablespoons of the sugar.

In a bowl beat the egg yolks with the remaining sugar until light and soft. Combine the cornstarch and stir. Pour in two tablespoons of hot milk, stirring constantly, then pour the cream into saucepan and bring to a boil, cook for 2 minutes and remove from the heat.

Pour the cream into a clean bowl, mix it with the pumpkin puree and the butter. Mix well, cover with plastic wrap and set aside.

Whip the cold milk cream with two teaspoons of powder sugar, pour the pumpkin cream into bowls, garnish it with a spoonful of whipped cream, the crumble of amaretti and a mint leaf.

 

 

with love

Pippi

martedì 22 ottobre 2013

“Mangiar con gli occhi” il workshop di Renato Marcialis

food photography workshop by Renato Marcialis

E’ un onore per me annunciarvi che il 23 novembre si svolgerà un workshop full time, interamente dedicato alla fotografia food tenuto da un maestro indiscusso in quest’arte: Renato Marcialis.

Sì, proprio quel Renato Marcialis che utilizzando una tecnica antichissima, la luce pennellata, ha dato vita all’ormai noto ‘Caravaggio in Cucina’.

Location privilegiata per il workshop, sarà il suo bellissimo studio, a Milano, dove potremo renderci conto anche di come lavora e opera un professionista della fotografia come lui.

 

Questo il programma della giornata:

1) proiezione di immagini e discussioni

2) aneddoti e trucchi realizzati con ingegno

3) pausa pranzo

4)pratica con flash elettronici

Per ricevere informazioni più dettagliate sul corso potete rivolgervi a me, scrivendomi a laurad66@hotmail.it  e mettendo come oggetto MARCIALIS.

Il corso è a numero limitato.

Sarà una giornata davvero intensa e ricca di informazioni preziosissime per gli addetti ai lavori.

Io sarò lì con voi.

 

Vi aspettiamo!

martedì 15 ottobre 2013

Dolcemente Pisa e un nuovo workshop di fotografia -

workshop: Reportage in Cucina

 

Dolcemente Pisa è una manifestazione che si svolge da ormai otto anni nella suggestiva Stazione Leopolda di Pisa.

logo.Dolcemente

 

Media Partner della manifestazione sarà Leifoodie  sito Rcs dedicato al food.

Quest’anno l’appuntamento è per sabato 9 e domenica 10 novembre.

Importantissimo evento dedicato all’arte dolciaria italiana che ospita ogni anno pasticceri e produttori  di primo piano provenienti da tutta l’Italia, questa manifestazione è un ricco contenitore dove potrete trovare non solo i produttori con i loro prodotti,  ma anche corsi di pasticceria tradizionale e di cake design, incontri con chef e pasticceri di rilievo, presentazioni di libri, un concorso fotografico, intrattenimenti per i bambini e… il mio workshop sulla fotografia food : Reportage in Cucina.

Domenica 10 novembre nella cucina del salone storico, dalle 14 fino alle 16, Patrizia Foresta (La Foresta di Zucchero) ed io, vi aspettiamo per due ore intense e divertenti. Patrizia metterà infatti a nostra disposizione la sua arte pasticcera preparando dei dolcetti favolosi e noi fotograferemo!

Questo in dettaglio il programma del workshop:

- Breve introduzione alla fotografia food, still life e reportage

- Cenni sulla composizione di una immagine

- Parametri di scatto a mano libera e con treppiedi

- Prove pratiche sia di still life che di food reportage

Il workshop è  a numero chiuso e per richiedere informazioni per l’iscrizione, scrivetemi a: laurad66@hotmail.it.

 

Quest’anno c’è anche un’atra novità: il gruppo organizzatore della manifestazione ha coinvolto 100 fodbloggers  attraverso un’iniziativa ExtraDolcemente per porre l’attenzione ad un ingrediente, l’olio extravergine d’oliva, sempre più protagonista in pasticceria.

Una giuria nutrita composta da nomi di spicco :

- Maestrod’olio Fausto Borella (http://www.maestrodolio.it/),

- Gianfrancesco Cutelli della Gelateria Naturale Artigianale De’ Coltelli (http://www.decoltelli.it/),

- Luca Lacalamita (http://www.enotecapinchiorri.it/), chef pâtissier della mitica Enoteca Pinchiorri,

- Daniela Mugnai in rappresentanza di Vetrina Toscana (http://vetrina.toscana.it/)

- Martino Alderigi del Comitato organizzatore di Dolcemente Pisa (http://www.dolcementepisa.it)

- Sara Farnetti, nutrizionista (http://www.sarafarnetti.it)

-Cecila Iacobelli della Cioccolateria De Bondt (http://www.debondt.it)

-Daniela Mugnai in rappresentanza di Vetrina Toscana (http://www.vetrinatoscana.it)

- Mari Mollica, redattore di Leifoodie (http://www.leifoodie.it)

- Martino Alderigi del Comitato Organizzatore dei DolcementePisa (http://www.dolcementepisa.it)

- e da me.. ;-)

selezionerà 3 ricette tra quelle pervenute e i loro autori saranno ospitati a Dolcemente Pisa.

Inoltre, i tre prescelti, potranno partecipare non solo al mio workshop di fotografia, Reportage in Cucina,  ma soprattutto potranno prendere parte alla visita guidata della mostra dedicata ad Andy Warhol (catalogo in omaggio) veramente imperdibile, a uno dei corsi di pasticceria in programma, ce ne sono davvero per tutti i gusti  e ricevere in omaggio un cesto di prodotti selezionati da Vetrina Toscana.

La premiazione si svolgerà domenica alle 17,30 durante l’incontro dedicato all’olio extravergine d’oliva e al suo uso in pasticceria condotto dal Maestrod’olio Fausto Borella e Luca Lacalamita dell’Enoteca Pinchiorri. E io vi fotograferò!!!

Tutte le ricette pervenute verranno  pubblicate sul sito di Dolcemente Pisa e poi raccolte in un libro a cura dell’editore Cinquesensi (http://editore.cinquesensi.it), che sarà presentato a ExtraLucca il 15 e il 16 febbraio 2014.

 

Io vi aspetto a Pisa il 9 e il 10 novembre mi troverete tra la gente a…. fotografare!  Non mancate!

 

Pippi

domenica 13 ottobre 2013

Torta di mele allo yogurt … ricomincio da qui. – Yogurt Apple cake

 

torta di mele e yogurt stocksy-0068-5

La vita ti mette alla prova, sempre.

Ho versato tutte le lacrime che avevo.

E quando non ne avevo più, le ho cercate in fondo, giù, dentro la parte più nascosta di me. Avrei voluto inondare il mondo.

Ma ho solo bagnato  la mia anima ferita.

Ferita sì. Ferita per averti rivolto un sorriso quando ti sei seduto davanti a me. Ferita per essermi fidata del tuo saluto.

Ferita. Ferita. Ferita.

Ma mentre nei tuoi occhi c’è solo il ‘vuoto’ di chi vive di espedienti, nei miei, sì, nei miei, c’è altro…

apple cake with yogurt

Torno dopo una spiacevole disavventura che per un attimo, ha messo a repentaglio il mio lavoro. Ma l’amore per quello che finalmente sto facendo da grande è troppo forte e totale per permettere a chiunque di fermarmi.

Sono di nuovo qui.

La ricetta di oggi è solo un pretesto, un classico ormai della nostra tradizione culinaria, che sicuramente conoscerete tutti. Ma avevo bisogno di ricominciare da qualcosa di semplice e sincero, come  lo può essere solamente una torta di mele e un foglio bianco.

Grazie per avermi aspettato.

 

Ingredienti:

3 vasetti di farina 00

2 vasetti di zucchero

1 vasetto di yogurt naturale

1 vasetto di olio extravergine d’oliva

3 uova

4 mele

1 limone

1/2 bicchierino di liquore all’arancia

1 bustina di lievito per dolci

zucchero per decorare

apple cake with yogurt

Utilizza il vasetto dello yogurt come unità di misura.

In una ciotola metti le uova con lo zucchero e con una frusta a mano lavorale  per qualche minuto per farle montare leggermente e schiarirle. Aggiungi un pizzico di sale e lo yogurt che mescolerai con un cucchiaio.

Unisci l’olio mescolando con cura e la buccia del limone grattugiata.

Sbuccia le mele, elimina il torsolo e tagliale a pezzetti piccini tienile da parte in una ciotola con un cucchiaio di zucchero e un pò di succo di limone per non farle annerire.

apple cake with yogurt

Setaccia la farina con il lievito ed incorporala al composto di uova accuratamente. Adesso unisci i pezzetti di mela e mescola.

Ungi uno stampo di 26 cm diametro e infarinalo, versaci l’impasto  e distribuisci sulla superficie dello zucchero semolato.

Inforna a 160° per 40 minuti.

apple cake with yogurt

Le ultime ortensie del mio giardino si stanno colorando dei toni dell’autunno….

apple cake with yogurt

 

ingredients:

3 cups flour 00

2 cups sugar

1 pot of natural yoghurt

1 cup of extra virgin olive oil

3 eggs

4 apples

1 lemon

1/2 glass of orange liqueur

1 packet of baking powder

sugar to decorate

Use the pot of yogurt as a unit of measure.

In a bowl put the eggs and  the sugar and whisk them with a hand whisk for a few minutes to make them fit and slightly lighten. Add a pinch of salt and the yogurt. Mix with a spoon.

Combine the oil, stirring carefully and the grated lemon zest.

Peel the apples, remove the core and cut into small pieces keep them in a bowl with a tablespoon of sugar and a little of lemon juice to prevent them discolouring.

Sift the flour with the baking powder and add to the eggs mixture. Now combine the chopped apple and mix.

Grease a mold of 26 cm diameter and flour it, pour the mixture and garnish the surface with 2 tablespoons of granulated sugar.

Bake at 160 degrees for 40 minutes.

 

 

Pippi