giovedì 30 maggio 2013

Risotto integrale con asparagi bianchi–Brown risotto with white asparagus -

Ce la posso fare?

Stanotte grandinava, sulle montagne nevicava, il mare è in tempesta, i fiumi sono gonfi e le tartarughe sono tornate in letargo. Ho tirato fuori dalle scatole i miei stivali da pioggia e ho liberato dal cellophane il mio maglione lungo, quello che uso per le serate invernali da stare davanti al camino.

Ce la devo fare, sì, ma ho bisogno di caldo, di aria secca, di avere i capelli elettrici e la pelle che mi brucia dal troppo sole. Ho bisogno di tornare a casa la sera con i piedi pieni di sabbia, del mio bikini nero con le perline, del pareo indiano e le ciabattine infradito.

Ho bisogno di sentir cantare i grilli la sera e le cicale di giorno.

Aiuto.

Con la lingua fuori

Dalla mia breve trasferta a Bassano del Grappa mi sono portata a casa soprattutto la voglia di tornarci…

 

magari con il sole…

In realtà è stato un we sorprendente soprattutto per aver finalmente conosciuto di persona Roberto Astuni che ci ha messo a disposizione una sala tutta per noi presso l’Hotel Ristorante Alla Corte, e naturalmente per aver potuto trascorrere un pomeriggio intenso con gli amici e colleghi che hanno partecipato al mio corso di fotografia food e che ora stanno alacremente lavorando nel gruppo creato su FB! Un ringraziamento speciale a Sara di Dolcizie e a Morena di Menta e Cioccolato per avermi fatto da supporter!

Nonostante la pioggia sono riuscita comunque a procurami dei croccantissimi asparagi bianchi davvero speciali. Li ho cucinati in modo molto semplice, proprio per apprezzarne pienamente la loro delicatezza. Un risotto classico ma reso unico grazie al riso Carnaroli integrale Riserva San Massimo che adoro, proprio per la sua consistenza, la tenuta in cottura e per il suo gusto più rotondo. Per il resto servono solo delle erbette fresche profumate, dei buoni asparagi, del parmigiano reggiano  e un olio extravergine eccellenti.

Ingredienti per 4 persone:

320 gr riso carnaroli integrale (Riserva San Massimo)

500 gr asparagi bianchi

1 piccola cipolla bianca

80 gr parmigiano reggiano grattugiato

800 ml brodo vegetale

1/4 bicchiere di vino bianco

olio extravergine d’oliva q.b

origano e maggiorana fresche

sale e pepe

Lava gli asparagi, elimina la parte di gambo più dura, pelali con un pelapatate.

Mettili in una casseruola per la cottura a vapore e cuocili fino a che non saranno diventati morbidi. Tagliali a fettine lasciando le cimette intere.

Lava bene le erbette, stacca le foglioline e tritale grossolanamente.

Sciacqua il riso immergendolo in acqua fredda in modo che eventuali impurità vengano a galla, scolalo e ripeti questa operazione un paio di volte.

Io ho fatto una cottura in pentola a pressione che riduce in modo sostanziale i tempi di cottura. Procedi in questo modo: rosola la cipolla bianca, tritata finemente, in 3 cucchiai di olio, aggiungi il riso e fai tostare bene. Sfuma con il vino bianco, aggiungi qualche pezzetto di  asparago,  e poi versa un quantitativo di brodo caldo che sia almeno due volte e mezzo il peso del riso. Chiudi la pentola a pressione e alza la fiamma. Quando appare l’indicatore di pressione, riduci la fiamma al minimo e cuoci per 20 minuti. Al termine sfiata la pentola, apri il coperchio e manteca il risotto con due bei cucchiai di buon olio extravergine d’oliva, il parmigiano reggiano grattugiato,  il resto degli asparagi che hai tenuto da parte e il trito profumato di erbette fresche. Fai riposare un minuto e poi servi.

Ingredients (4 servings)

320 g Carnaroli brown rice

500 g white asparagus

1 small white onion

80 g grated Parmesan cheese

800 ml vegetable broth

extra virgin olive oil q.b

fresh oregano and marjoram

salt and pepper

Wash the asparagus, remove the woody end and peel the though skins of the spears . Cook them by steam for 5  minutes, depending on size. Cut them into thin disks.

Wash the fresh herbs, remove the leaves and mince them coarsely.

Rinse the rice by soaking in cold water so that any impurities come to the surface, drain it and repeat this step a few times.

I used a pressure cooker that substantially reduces the cooking time. Proceed in this way: cook the chopped white onion with 3 tablespoons of oil until translucent, add the rice and cook for about 2 minute stirring until nicely coated.  Add the wine. Slowly stir, allowing the rice to absorb the wine. Add some of the chopped asparagus and once the wine is almost completely absorbed, add the vegetable broth to the rice. Close the lid of the pressure cooker, cook on high heat until the pressure indicator appear. Reduce the heat at the minumun and cook for 20 minutes. Release the steam and remove the lid.

Now add the rest of the asparagus.

Gently stir in the Parmesan cheese, three tablespoons of extravergin olive oil  and the fresh herbs. Add salt and pepper to taste. Rest for a minute and serve.

 

with love

Pippi

Cuore rosso

30 commenti:

  1. che delizia quegli asparagi, sai che io li ho scoperti da poco?! Avevo sempre e solo utilizzato quelli verdi...
    il tuo risotto fa davvero venire l'acquolina...
    Un abbraccione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simo io li conoscevo ma non li avevo mai assaggiati dato che qui a Massa non li ho mai trovati. Sono davvero più delicati di quelli verdi :-)
      un bacinoooo

      Elimina
  2. Allora, nella seconda foto avrei spostato il ponte un po' più in basso, in maniera che l'acqua coprisse le palafitte fino all'altezza dell'incrocio delle assi, poi per le case avrei scelto dei colori un po' più contrastanti, magari accanto a quella rossa attaccata al ponte potevi metterne una verde, per far risaltare di più il punto di fuoco. Nel cespuglio a destra avrei aggiunto qualche fiorellino.
    La terza foto va molto bene, ma la casa bianca dietro andava prima restaurata.
    Uah-uah-uah, sono in modalità moooolto spiritosa!!!
    Laura, a parte le foto, come sempre perfette, lo sai che hai delle stoviglie deliziose? Quelle cose di latta/alluminio, non so, in cui hai messo il riso e gli asparagi sono talmente shabby, le adoro! Sono di recupero o sei riuscita a trovarle in un negozio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Serena tu mi fai morireeeeeeee :-D :-D Le cosine di alluminio le ho recuperate in effetti non sono comprate :-) anche io adoro molto lo stile shabby romantico chic :-*

      Elimina
  3. Apparte le foto che sono meravigliose, questi asparagi bianchi so che li usano molto in Veneto però non li ho mai mangiati! Voglio rimediare il prima possibile!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Monica io me li sono dovuta andare a prendere in Veneto (si fa per dire) perchè almeno ...qui a Massa neanche l'ombra!

      Elimina
  4. La classe, Pippi, ti appartiene, è cosa tua e la si respira dentro ogni tua preparazione, così come nella mise-en-place e negli scorci panoramici che ci regali. Siamo tuoi ammiratori e non smetteremo mai di dirtelo. Delizioso e raffinato il tuo risotto agli asparagi, delicato come una carezza che coccola non solo il palato.
    Bacioni
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao ragazzi...che cari..grazie :-*

      Elimina
  5. tesoro questo post potrei averlo scritto io... ha grandinato anche qui, proprio stamattina e ho tirato fuori le timberland invernali... ero rientrata da napoli infreddolita e bagnata, ma l'aria era da sandalo... haimè ho dovuto rispolverare i calzini e coprire lo smalto rosso, riprendere il cappotto e pure la sciarpa... non ci credo, non è mai successo... non voglio nemmeno pensare all'idea di rinunciare all'estate... meglio che mi goda le tue meravigliose foto e il racconto di questo nuovo incontro... spero un giorno di essere al tuo fianco ad imparare a fare foto del tuo calibro... tu riesci sempre a togliermi il fiato... magnifico questo risotto:*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simona sto cercando di pensare in positivo in questi giorni nonostante questo tempo pazzo che ormai è da legare.... non ci voglio pensare nemmeno io ma.... va be dai hai ragione cerchiamo di essere positive e di concentrarci sulla certezza che dietro le nuvole il sole esiste davvero! :-)

      presto ti avrò nel mio gruppo vedrai che ci riusciremo.. :-)

      Elimina
  6. Anch'io sento le tue stesse necessità..i miei piedi non ne possono proprio + di stare prigionieri in calzini e scarpe chiuse...uffa :-(
    Mi consolo con il tuo delizioso risotto..gnam gnam..mi ispira tantissimo :-D
    Bravissima
    la zia COnsu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Consuelo :-) mal comune mezzo gaudio?? ehhehe
      un abbraccio!

      Elimina
  7. Ciao Pippi, tutto perfetto come sempre, le foto stupende e il risotto fa venire l'acquolina!!! Bravissima!!!
    Bacioni, buona serata...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie cara Ely ti mando un bacino 'gelato' hehehe ;-)

      Elimina
  8. Come sempre bellissime foto, credo che un po' tutti siano stanchi di un inverno che sembra non volerci lasciare...
    Condivido i tuoi desideri di sole, mare e sabbia!
    Il tuo risotto ha l'aspetto di qualcosa mooolto appetitoso.
    Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvia non ci resta che fare una danza del sole?? tutti insieme ... eheh
      a presto

      Elimina
  9. Come sempre, immagini spettacolari! Per quel che riguarda questa folle stagione sono con te!
    Alice

    RispondiElimina
  10. oh tesoro... asparagi e riso pure io, ma tu bianchi e buonerrimi, quelli di Bassano sono davvero speciali!
    ciao pippi bella :)
    bacini

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Babs!!! si si sono squisiti e delicati un bacettoooooooooo

      Elimina
  11. Che meraviglia di foto e questa ricetta uhmm, anche qui in Germania é il tempo degli asparagi.... che idea per cosa cucinare questo weekend:-))) bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ada allora prova il risotto ;-) un bacettoo

      Elimina
  12. Che meraviglia di foto e questa ricetta uhmm, anche qui in Germania é il tempo degli asparagi.... che idea per cosa cucinare questo weekend:-))) bacione

    RispondiElimina
  13. Sei riuscita a rendere il ponte così bello nonostante il grigio delle nuvole dietro! Io ho delle foto inguardabili perché quando ci andai per il blog tour delle mamme pioveva pure e non sono riuscita a fare una foto carina..
    Tu come sempre ovunque sei illumini tutto!
    Un risotto delicato che ci rincuora visto il tempo qui non migliore. Un abbraccio Pippi dolce :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Vaty tu sei troppo buona con me... :-* in effetti quel giorno pioveva a dirotto e riuscire a scattare le foto da sotto l'ombrello non è stato semplicissimo... heheheeh
      ti abbraccio forteeee

      Elimina
  14. ciao Pippi, le foto son sempre meravigliose e scaldano il cuore, anche se il tempo è terribile e invita quasi alla melanconia. baciooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stefania grazie!! vedrai che il sole prima o poi spunterà!!

      Elimina
  15. Ciao Pippi!!!
    Che bello averti ritrovata cosí in grande forma. Sono Daniela di Campodifragole, non so se ti ricordi di me....
    Vi ho lasciati nel 2008-9.....(gia non ricordo nemmeno io... e vi ritrovo tutti cresciuti).
    Sei bravissima, sono rimasta affascinata dalle tue capacità come fotografa. Complimenti davvero.
    Adesso sono tornata con un altro blog, piano, piano. Sto vedendo di farlo anche in italiano, è un po`un casino per me.... comunque, credo che la community italiana e`quella più vivace e credo con la quale mi senta più a mio agio, però uffa siete tutti lontani :(
    A presto e besitos!
    Dani
    www.blu-indigo.com

    RispondiElimina