venerdì 12 aprile 2013

Pastiera


Non sono sparita.
Solo un periodo intenso come non lo è mai stato, con novità in vista, belle ed importanti, con i corsi da preparare al meglio e altri da organizzare in città nuove,  tante fotografie da scattare e altrettanti piatti da cucinare.
Insomma, progetti grandi e piccoli da far crescere.
La cosa incredibile è che tutto questo accade grazie all’incontro  con donne feconde di idee, donne energiche ed appassionate, donne che hanno messo alla base del loro successo serietà, impegno, determinazione  ma anche tanto cuore.
Ecco, mi sono fatta travolgere.
Cosa può nascere quando queste donne decidono di sostenersi a vicenda, quando si stringono l’una all’altra, quando il successo di una è il successo di tutte?
Possono nascere solo cose belle, credetemi.
Occhiolino
La mia prima volta con la pastiera e per giunta senza ‘ruoto’, mi scuserete. Ma come sempre accade con le ricette della nostra tradizione, le versioni sono tantissime ed ogni famiglia ha la propria, che è, generalmente, sempre la migliore. Il risultato? E’ che tu chiedi in giro e non saprai mai a chi dar retta!
Va bene, questa è la mia versione di una pastiera pensata e realizzata addirittura dopo Pasqua, dietro una precisa richiesta che ho esaudito con curiosità ed interesse.
A noi è piaciuta molto e penso proprio che la rifarò. Sorriso

Ingredienti:
Frolla:
500 gr farina 00
250 gr burro morbido
250 gr zucchero
2 uova + 1 tuorlo
scorza limone grattugiata
un pizzico di sale
1 uovo per spennellare la superficie
Ripieno:
250 gr grano cotto (oppure circa 150 gr di grano da cuocere)
250 gr ricotta
250 gr zucchero
200 ml latte intero
3 uova
50 gr cedro candito
50 gr arancio candito
50 gr burro
1 cucchiaino di cannella
poche gocce di acqua di fiori d’arancio
scorza limone grattugiata

In una ciotola mescola la farina con lo zucchero, il pizzico di sale e la buccia grattugiata del limone. Unisci il burro a temperatura ambiente tagliato a cubetti e lavora con le dita in modo da ottenere un composto sbriciolato. Aggiungi le uova una alla volta ed impasta velocemente  ottenendo un composto liscio ed elastico che potrai anche lavorare  subito senza riposo in frigorifero.
Se non trovi il grano cotto (come nel mio caso) compralo in chicchi e lessalo in pentola a pressione per far prima. Scolalo dal liquido e mettilo in una casseruola con il latte, il burro e la buccia del limone grattugiata. Porta ad ebollizione, poi abbassa la fiamma e lascia sobbollire dolcemente fino a quando il grano non avrà assorbito tutto il latte. Versalo in una ciotola  pulita e lascia che si raffreddi.
In un’altra ciotola lavora la ricotta con un frullino elettrico in modo da renderla cremosa aggiungendo lo zucchero, le uova, le gocce di acqua di fiori d’arancio e la cannella. Mescola la crema di ricotta con il grano cotto nel latte ed aggiungi il cedro e l’arancio canditi che avrai tagliato a dadini.
Fodera la teglia imburrata e infarinata (non avevo il ‘ruoto’ ) con la pasta frolla, bucherella il fondo con una forchetta e versa il composto di grano e ricotta. Taglia la pasta a livello della crema e con l’eccedenza ricavane tante strisce che serviranno per decorare la torta. Sbatti l’uovo e  spennellalo sulle strisce.
Inforna a 180° per circa 40 minuti (ma dipende sempre dal tuo forno).
Preparala almeno il giorno prima.

Pastiera.
Ingredients for the crust:
500 gr flour 00
250 gr soft butter
250 gr sugar
2 eggs + 1 egg yolk
grated lemon zest
a pinch of salt
1 egg to brush the surface
Filling.
250 g cooked wheat (or about 150 grams of grain to be cooked)
250 gr ricotta cheese
250 gr sugar
200 ml whole milk
3 eggs
50 gr candied citron
50 gr candied orange
50 gr butter
1 teaspoon of powder of cinnamon
a few drops of orange flower water
grated lemon zest
Directions.
In a bowl, mix the flour with sugar, a pinch of salt and grated lemon peel. Combine the butter at room temperature and previously cut into cubes, works with your fingers to obtain a crumbled mixture. Add the eggs, one at a time, and knead quickly untill smooth and elastic dough. Now you can roll out the dough with no rest in the refrigerator.
Place the cooked wheat in a saucepan with milk, butter and grated lemon zest. Bring to a boil, then lower the heat and leave to gently simmer until the wheat has absorbed all the milk. Pour into a clean bowl and let it cool.
In another bowl, work the ricotta cheese with an electric mixer to make it creamy, add sugar, eggs, water drops of orange flower and cinnamon. Mix the cream of ricotta cheese with the wheat cooked in milk, add the candied citron and orange cut into cubes.
Lining a greased baking tin with the pastry, prick the bottom with a fork and pour the mixture of wheat and ricotta cheese. Cut the dough at the level of the  filling and with the rest of the pastry cut some strips to decorate the cake. Brush the strips of dough with the beaten egg.
Bake at 180 degrees for about 40 minutes (but it always depends on your oven).
Prepare this cake at least the day before.

With love
Pippi
Rosa rossa

56 commenti:

  1. BUONISSIMA!!! foto impeccabili.....come sempre!!
    Passa da me ci scambiamo le ricette....!!
    (:D) !!!
    I wait for you for a DIY KEEP CALM AND.....post!!
    HAVE A FANTASTIC DAY!!
    Federica
    smartchicdietreadbooksandfly.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Federica certo passo prestissimo! :-)

      Elimina
  2. In questo periodo stiamo vivendo più o meno la stessa esperienza, la stessa ansia, emozione ed anche tante paure..Questo mi fa sentire meno sola e quando ci sentiamo ci capiamo al volo!! Che bello conoscerti Laura!! Stiamo crescendo insieme e chissà dove ci porterà..In questo momento sento una certa emozione e se fossi qui ti abbraccerei perchè mi passano per la mente le nostre chiacchiarate.. Ti auguro tanto successo e tante soddisfazioni!! Dai che tra qualche settimana ci vediamo!
    Morena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tenera la mia Morena, teniamoci per mano. Io sono convinta di questa cosa se ci teniamo per mano andremo lontano! :-* ho voglia di rivedertiiiiiiiii

      Elimina
  3. Ciao cara, ben ritrovata!!
    Questa pastiera è uno spettacolo!!
    Dalle foto sembra deliziosa, e non oso immaginare che bell'effetto mi farebbe trovarmene una fetta davanti, con tutto il suo profumo!!!
    Mi piace molto, bravissima!
    Un abbraccio
    Sabrina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sabrina devo ammettere che è venuta buona davvero .. :-) un bacino e grazie!!!

      Elimina
  4. Cara Pippi è sempre un piacere leggerti e vedere i tuoi capolavori sia come ricette che come foto! Chissà se hai in programma qualche corso vicino a Milano, mi piacerebbe moltissimo esserci! Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ely cara ci sto lavorando magari non proprio Milano che temo sia terreno minato per me per i prezzi delle location ma sicuramente da qualche parte lì vicino!!

      un abbraccio forte forteeeee

      Elimina
  5. Io sono più in ritardo di te! Ho messo ieri sera a bagno il grano, e questo fine settimana mi metto all'opera, con le varie ricette che ho raccolto, e ora anche la tua con cui fare un confronto.

    In boca al lupo per tutti i tuoi bellissimi progetti :)

    Elvira

    http://www.unfiloderbacipollina.it (non riesco a commentare con l'account nuovo, ma solo con il vecchio)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vengo a vedere la tua pastiera ritardataria... heheheeh
      grazie Elvira le cose stanno andando bene e sono molto felice delle belle persone che sto incontrando anche e soprattutto nei miei corsi!
      :-*

      Elimina
  6. Ciao Pippi, come sempre le tue foto sono fantastiche , per non parlare della torta...deliziosa, ti è venuta perfetta!!!
    Bacioni, buon fine settimana :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ely grazieeeee ti abbraccio forte !!

      Elimina
  7. Risposte
    1. Rosalba :-* grazie infinite!!!

      Elimina
  8. Bentornata :-)
    Non amo la pastiera ma le foto sono bellissime..complimenti! Se allungo una mano mi sembra di poter prendere una fetta di torta ^.^
    A presto e buon WE
    :-* dalla zia Consu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Consuelo grazie per il complimento lo scopo è quello di farti venire voglia di mangiare anche una cosa che normalmente non ti piace ehehhe
      un bacino!!

      Elimina
  9. ti rubo una fetta di pastiera e ti faccio un grande in bocca al lupo per i tuoi progetti :D
    buon we

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gio grazieeeeeeee il corso di domenica 14 è andato benissimo ci siamo divertite e spero continui così con grandi soddisfazioni per tutti!!

      ti abbraccio forte Gio!!

      Elimina
  10. Mi sono unita ai tuoi lettori, una volta entrata nel tuo blog, non potevo fare diversamente. Ti faccio tantissimi complimenti per le ricette e per le tue bellissime foto. Se ti va di conoscermi ti aspetto a pastaenonsolo.blogspot.it

    Buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma certo che vengo a trovarti tra l'altro siamo anche amiche su Fb! ;-)

      Elimina
  11. Questa è l'eleganza della pastiera :) bella, fresca e coccolosa! è come essere li a condividere quel momento! e l'incontro con donne/sorelle è sempre stupefacente, condivido questo tuo sentire, ed è veramente bello, come dici tu, che...il successo di una è il successo di tutte...io la chiamo sorellanza e nutre tanto quanto la tua Pastiera! In bocca al lupo!!! :) Anna Grazia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anna Grazia...mi piace la sorellanza io ci credo moltissimo. credo nella nostra forza quando è veicolata bene e si unisce a quella delle nostre amiche...
      grazie di cuore...

      Elimina
  12. Anch'io in ritardo,ho comprato il grano ma non l'ho ancora fatta.
    Mi console con la tua che,come direbbero in terra di pastiera,ha una faccia...
    Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hehehe davvero? bene bene mi fa piacere questo complimento !!!
      :-*

      Elimina
  13. E chi l'ha detto che si deve fare solo a Pasqua :D Hia fatto benissimo a farla dopo, così te la puoi gustare con tutta calma :)
    Ti abbraccio forte forte ed ancora grazie per l'iris.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Iris dolce amica mia grazie di tutto a te....il fiore è solo un piccolissimo pensiero... :-*

      Elimina
  14. Pippi mia cara, io, se pur napoletana, non amo la pastiera classica. Ma devo dire la verità? Le tue splendide foto fanno venire voglia anche a me di provarne una fettina ;-)
    Sei sempre più brava.
    Baci e buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hehe ma quanti napoletani non amano la pastiera?? :-) Rosalba cara grazie!!!!
      <3

      Elimina
  15. Io la farei tutto l'anno se non fosse per le calorie....bellissime le foto e aspettiamo il ruoto!
    francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hehe mia mamma la rivuole prestissimo... hehehe

      Elimina
  16. è bellissima, anche io l'ho fatta per Pasqua, ma mi piacciono le cose fuori corso, fuori programma mi sa di vacanza e di un pizzico di ribellione. Il guoscio è perfetto alto croccante e sostenuto. Ed è vero quando le donne si mettono insieme e collaborano, c'è un flusso di energia unico, impareggiabile. buona domenica, un abbraccio mony

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fuori corso fuori programma..... anche a me. tutto ciò che è incanalato in qualcosa non fa per me!! :-*

      Elimina
  17. La mangerei volentieri tutto l'anno. E' pazzesca!
    A prestissimo!
    Alessandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hehe un pò anch'io sono sinceraaaaaa

      Elimina
  18. e' bello farsi travolgere! soprattutto da qualcosa di così bello! un forte abbraccio Laura!

    RispondiElimina
  19. che spettacolo questa pastiera...complimenti!!!Ti seguo con piacere :) hai mica in progetto qualche corso a Perugia e dintorni?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Giustina.... vedrai che prima o poi arrivo ;-)

      Elimina
  20. quanto è brava la mia amica Pippi

    RispondiElimina
  21. Ciao Pippi, arrivo da te dal blog della carissima Vaty e ora non mi schiodo più da qui :)
    Sei bravissima e sarai una grande fonte di ispirazione.
    Se ti va passa a trovarmi.
    Un bacio.
    Miky
    www.ilblogdimiky.com

    RispondiElimina
  22. Ciao Pippi arrivo da te dal Blog della carissima Vaty e ora che sono qui non mi schiodo più :)
    Sei bravissima e sarai una grande fonte di ispirazione.
    Un bacio,
    Miky
    Ps. se ti va passa a trovarmi www.ilblogdimiky.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Miky e benvenuta!!! se sei amica di Vaty allora sei amica mia!! :-*

      vengo subito a trovarti grazieeeeee

      Elimina
  23. Piacere Pippi!
    ho scoperto il tuo meraviglioso blog tramite Vaty che parlava del corso di food photography.
    Così sono venuta a curiosare...che dire!le tue foto sono splendide!
    Da oggi ti seguirò con piacere.
    Se ti va passa a trovarmi www.dolcesalsarosa.com
    Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elena ciaooo che bello quante nuove amiche!! vengo subito a trovarti un abbraccio!!!

      Elimina
  24. Ciao Pippi, argomento difficile quello della pastiera... qui da noi, per sostenere l'una o l'altra scuola di pensiero, sarebbero disposti a rompere rapporti familiari e affettivi di lunga data . Scherzi a parte la tua sembra proprio quella della tradizione.
    Complimenti per le iniziative e per il blog.
    A prestissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Valeria conosco bene le varie scuole di pensiero...:-)
      grazie grazie speriamo vada sempre tutto bene....
      un bacio

      Elimina
  25. Complimenti Pippi, per la pastiera e tutto il resto! MI sono unita al tuo blog, grazie alle indicazione della dolce Vaty. Sarà un enorme piacere seguirti e scoprire di più di te. Buon lavoro, a presto, Sara Drilli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sara benvenuta a te!! grazie infinite per la stima... e buon lavoro a tutte noi! :-*

      Elimina
  26. pippi non puoi farci questo!!!! o ci inviti tutti a casa tua ad assaggiare sta pastiera oppure toigli le foto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non ti avevo visto Arzach!! vuoi venire a casa mia??? sicuro? ;-)

      Elimina