lunedì 25 marzo 2013

Pan di Spagna con kumquat caramellati al brandy–Sponge Cake with kumquat candied with brandy

(English version below)

Tutto quel verde imbevuto di pioggia. I rami della spirea che si afflosciano senza speranza e i primi fiori della kerria che lasciano cadere i loro petali sotto il peso  della pioggia battente.

Non c’è tregua. Ed io che avrei così tanto bisogno di affondare i piedi nella sabbia... 

Il mare d’inverno è arruffato e imbronciato ed è affascinante per la sua bellezza selvaggia.

Ma il mare di  primavera…

Ti innamori di lui per quella luce inconfondibile che ti cattura e  quel tepore che non puoi scordare mai.

Porta una coperta con te, lasciati cadere a terra e guarda il cielo che si confonde con l’acqua. Fa sì che il tuo respiro si accordi con il ritmo delle onde e abbandonati con fiducia. E’ come se tutto si fermasse. 

Ho bisogno del mio mare.

Sorriso

Per consolarmi, non posso far altro che mescolare ed impastare uova, farina, zucchero e un pò di colore’!

Girovagando su Pinterest mi sono imbattuta in una foto e poi in un bel blog (Emma di Poires au Chocolat) che proponeva un dolce che è l’emblema della semplicità, una sorta di pan di spagna anche se al suo interno c’è la presenza del lievito. Non importa. Mi piaceva l’idea di un dolce, come lo chiama Emma, old fashioned.

E’ un periodo in cui ho bisogno di colori solari, ho  pensato così di aromatizzarlo con abbondante buccia di limone grattugiata e di impreziosirlo con una bagna alcolica che sa di mandarini cinesi e brandy.

Ingredienti:

5 uova (a temperatura ambiente)

il loro peso di zucchero semolato

il peso di tre uova di farina autolievitante

la buccia grattugiata di un limone

200 gr mandarini cinesi

4 cucchiai di zucchero

1/2 bicchierino di brandy

Separate gli albumi dai tuorli. Con una frusta elettrica sbattete i tuorli con lo zucchero fino ad avere un composto chiaro e spumoso, aggiungetevi la buccia del limone grattugiata. Montate a parte gli albumi a neve ferma con una frusta elettrica ben pulita.

Setacciate la farina e cominciate ad incorporarla al composto di uova alternandola con i bianchi a neve con movimenti delicati dal basso verso l’alto.

Ungete una teglia di circa 20 cm (o due di circa 13 cm come quelle che ho utilizzato io) versatevi il composto ed infornate a 160° per 30 minuti circa. Una volta cotta fatela raffreddare su una gratella.

Lavate i mandarini cinesi e buttateli in acqua bollente per 3 minuti circa, scolateli e trasferiteli direttamente in una padella antiaderente, unite lo zucchero e il brandy e lasciate caramellare.

Versate il liquido caldo sulla superficie della torta in modo da lasciarlo penetrare al suo interno e decorate con i mandarini caramellati.

Sponge cake with kumquat candied with brandy.

Ingredients:

5 eggs

Their weight in caster sugar

The weight of 3 eggs of self raising flour

Grated lemon zest

200 g kumquat

4 tablespoon caster sugar

½ small glass brandy

Directions:

Beat the egg yolks with the sugar until pale and thick, add and mix the grated lemon zest. Whisk the egg whites into stiff peaks. Mix a part of the flour into the egg yolks cream alternating with the egg whites. Continue until the flour and the whites are completely folded in. Pour the composte in a greased tin of about 20 cm of diameter and bake at 180° for 35 minutes. Remove to a wire rack to cool.

In the meanwhile prepare the caramelized kumquat.

Wash the kumquat and soak for about 3 minutes in boiling water. Drain and put them in a pan with the sugar and the brandy and cook on medium heat until melted and candied.

Pour the liquid and the kumquat over the top of the cake to soak it well.

 

with love

Pippi

Cuore rosso

32 commenti:

  1. i tuoi post sono pura poesia cara Laura.. e le tue ricette sempre uniche e molto golose!
    in attesa del "nostro" mare di primavera ti mando un bacio grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oh si il nostro mare...non vedo l'ora di prendere di nuovo il caffé con te e Annarita sul mare...il nostro mare... :-)

      Elimina
  2. Che meraviglia!!!!Una ricetta bellissima!!!

    RispondiElimina
  3. Ciao Laura, anch'io spesso mi porto il sole nel piatto..visto che la primavera è latitante bisogna ingegnarsi, no?!
    Splendido cake ne sento il profumo fino qui :-P
    la zia Consu
    ps:da oggi ti seguo con piacere anch'io :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Consuelo!! si si bisogna portare il sole nel piatto hai ragione! :-*

      Elimina
  4. Laura,bellissima la tua sponge! Fai sempre delle cose meravigliose con I kumquats.
    Un bacione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Edith grazie tesoro!! è un 'frtuttino' che a me piace molto ! :-)

      Elimina
  5. Che poesia questo dolce "old fashioned". Ha il colore di un sole che ancora non c'è.... o che forse c'è già stato. Bellissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Daniela ... qui ancora deve arrivare il sole... :-)

      Elimina
  6. Quanto mi manca il mare.. d'inverno mi mette un pò di ansia, ma in primavera e d'estate è la cosa più bella che c'è!
    Questo dolce porta la primavera con sè ..Un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si anche a me il mare d'inverno a volte mi agita... ma da ora in poi sarebbe una meraviglia se non fosse per questa pioggia. :-)

      Elimina
  7. questo dolce ha in sè una speciale luce...deve essere squisito e sofficissimo. Un bacione
    ...e non farmi pensare al mare...ne ho una nostalgia che neppure immagini!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simo è davvero morbido e soffice il tocco del caramello al brandy ti assicuro che è vincente ;-)

      Elimina
  8. I nostri pensieri in qualche modo si sono incrociati in questi giorni. Oggi, mentre guidavo in una Milano uggiosa e fridda, pensavo che avrei voluto stendermi in un prato in mezzo all'erba alta. E subito dopo ho ripensato alle mie montagne, mentre tu ti figuri la spiaggia. Ma siccome un anno fa a quest'ora ero in attesa della mia Federica,al terzo mese, mio marito mi aveva accontentata e mi aveva accompagnata al mare. Faceva freddo, c'era vento forte e io avevo quello splendido segreto con me. Il mare in primavera è bellissimo, hai ragione.
    Un dolce stupendo, che ben si accompagna a questi bellissimi pensieri.
    Un abbraccio,
    Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Valentina, che cosa tenera mi piace l'idea di averti fatto ricordare un momento così intenso. Mi hai messo i brividi con queste tue parole :-) grazie! :-*

      Elimina
  9. bUONISSIMA CON L'ULTILIZO DI QUESTA FARINA , LA TROVO PIU LEGGERA!

    RispondiElimina
  10. E quando ti sdrai sulla sabbia ancora fresca e guardi il cielo, i gabbiani? E senti le onde sulla battigia? Che bellezza il mare a primavera......Mi sembrano un accompagnamento delizioso questi kumquat caramellati alla tua sponge.

    RispondiElimina
  11. Pippina.. ho tanto bisogno anche io del respiro luminoso del mare, quando si desta dalla gravità invernale.. della sua dirompente energia, dei sorrisi di spuma..
    Un pan di spagna davvero unico come il tuo cuore. Grazie tesoro. <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ely mi sa che è arrivato il momento per tutti noi di andare a rigenerarci in un qualunque luogo dove ci sia sole silenzio... natura. :-*

      ti abbraccio cara Ely!

      Elimina
  12. Non sono una grande amante del mare in estate quando c'è così tanta folla non riuscire a muovere un passo sul bagnasciuga. Ma in inverno mi affascina, la spiaggia deserta, il cielo un po' cupo, la brezza tra i capelli, è come se riprendessi contatto con la patrte più intima di me e dei miei pensieri.
    Ora però ho voglia di sole, di caldo, di calore e di colore.
    Deliziose queste tortine, immortalate in degli scatti stupendi diventano ancor più una dolce coccola. Un bacione, buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si è proprio così, stare su una spiaggia a stretto contatto con il mare permette di entrare in contatto con la parte più profonda di noi stessi,il rumore del mare è come un mantra una preghiera....
      Ciao Federica!
      :-*

      Elimina
  13. Mare è sinonimo di sole, caldo ed il profumo delle interminabili giornate estive....ma quanto manca ancora?!?! Siamo stanche di questa neve!
    Questo dolcino morbido e bagnatuccio sembra davvero molto buono, con i kumquat caramellati poi è ancora più sciccoso!
    bravissima.
    bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-) mare mare mare ! grazie ragazze!! :-)

      Elimina
  14. Mai assaggiati, perchè non trovati, questi fruttini... ma che sapore hanno? Non mi parlare della voglia di affondare i piedi nella sabbia!!

    Un abbraccio caloroso come un raggio di sole

    RispondiElimina
  15. io non amo l'estate alla follia, anzi direi che sono una grande fan delle mezze stagioni, il nascere e il preparasi al riposo mi affascinano molto, e anche le temperature miti sono per me benessere. Però ora darei di tutto per un raggio di sole, il grigio copre tutto e ieri ho scoperto una goccia che cadeva dal tetto, ORRORE!!! inoltre ho una traccia di muschio verde che inizia a risalire le caviglie... potresti portarmi un pochino di questo solare dolcetto ;-)

    RispondiElimina
  16. un dolce semplice ma che si trafeste a festa e poi ha i kumquat che crescono sul mio terrazzo...anche io ho bisogno di sole, fiori, mare....non vedo l'ora!

    RispondiElimina
  17. tesoro ogni volta che passo di qui rimango estasiata, per le tue parole e per le tue splendide foto....non finirò mai di dirtelo.... <3

    RispondiElimina
  18. Pippi quando ci vediamo però voglio questa o qualcosa di simile....promesso? un bacio

    RispondiElimina
  19. oh come la capisco questa voglia di mare,, colore e anche calore!
    ma questa tue ricetta mi scalda davvero l'anima e mi solleva lal mente lasciandola leggera e estasiata.

    RispondiElimina