mercoledì 2 novembre 2011

PERE AL CHIANTI

in

Se ottobre era agli sgoccioli ….novembre si sta affacciando  frenetico e pieno di novità come questo evento di cui sarà protagonista Staub e Zwilling e che mi vedrà ai fornelli per voi!!

Vi aspetto numerosi!

Mai come in questo periodo della vita sento come mio il ‘carpe diem’ di Orazio.

Il futuro mi spaventa. E’ vero, lo ammetto. A volte capita che mi chieda….che ne sarà di me?

Che donna sarò capace di  ‘diventare’, nella seconda parte della mia vita? ……perchè di questo stiamo parlando.

Siamo in continuo divenire… sono in continuo  divenire….perchè cresco, sbaglio, imparo, cambio, cado, mi rialzo, parto, ritorno…

ma non trovo risposte certe. Solo intuizioni..o forse illusioni…?

E allora, rimango aggrappata saldamente al presente e a tutto quello che mi concede. Perchè tanto mi concede.

Occhiolino

Questa ricetta  è tratta (con qualche piccolissima modifica da parte mia) dal libro di Paolo Petroni ‘Il grande libro della vera CUCINA TOSCANA’ Giunti editore.

Ingredienti:

4 pere Kaiser

150 gr. di zucchero di canna

2 cucchiai di miele di acacia

1/2 bottiglia di chianti

1 stecca di cannella

4 chiodi di garofano

i semi di 1/2 baccello di vaniglia

Procedimento:

sbucciate le pere…

e con l’apposito  attrezzo eliminate il torsolo lasciandole intere…

Mettetele in una casseruola adatta al forno come questa in ghisa di Staub o in una teglia, cospargetele con lo zucchero di canna, aggiungete la stecca di cannella e i chiodi di garofano, i semi di vaniglia…

un paio di cucchiai di miele di acacia….

la 1/2 bottiglia di vino…

E poi mettetele in forno caldo a 160° e fatele cuocere lentamente per circa 40 minuti bagnandole ogni tanto con il liquido di cottura che diventerà sempre più denso…

La frutta al forno mi ricorda la mia infanzia, mamma ce  la preparava spesso per merenda.

Mi piace il profumo del vino zuccheroso cotto che ‘invade’  la mia casa … predispone gli animi a cose piacevoli e serene.

Oggi mi gusto questo dolce  dal sapore antico quasi dimenticato.

E qualcosa di antico sembra avere questo arbusto che si chiama Hyericum, comprato  qualche giorno fa a Forte dei Marmi durante una passeggiata con la mia amica Ursula.

Alla prossima

la vostra Pippi

Arcobaleno

32 commenti:

  1. Che foto meravigliose Laura, sei sempre più brava!!!! :)))

    RispondiElimina
  2. Primo ...
    ricetta favolosa, e poi Paolo Petroni , per me, è un idolo ... le sue ricette sono sempre un successo!!
    Secondo
    Brava , anzi bravissima ... ho una voglia di pere cotte, che non hai idea
    Terzo
    Mi hai fatto incontrare Ursula ... grazie :)
    quarto
    Dimmi indoe è ... l'altra metà del vino ... io e te dobbiamo parlare Laurina ... hahahahaha
    Bacioneeeeeeeeeeeeee
    Aurelia

    RispondiElimina
  3. che bella idea... mio papà adorerebbe questa ricetta... complimenti

    RispondiElimina
  4. Non ci crederai, ma mi ero appena collegata per trovare qualche spunto circa la cottura delle pere e puff....eccoti qui!! Vado a preparare questa tua bontà, con qualche variante perché in casa non ho tutti i tuoi ingredienti...grazie cara :-))
    Baci
    p.s. se fossi dalle tue parti verrei di corsa a vederti cucinare ;-)

    RispondiElimina
  5. che bontà pippi!! e che belle foto.. complimenti!!

    RispondiElimina
  6. devono essere buonissime...mi ispirano molto!!! e che belle foto! ;)

    RispondiElimina
  7. Pippi, tu sei una donna straordinaria per la tua forza e per la tua fragilità. le tue foto non parlano solo dell'amore per il cibo, che comunque è sempre un amore molto più profondo, ma di un amore per la vita...non smetterei mai di guardarle!

    RispondiElimina
  8. Valentina del mio cuoreeee grazieee!! :-)

    Aureliaaaa ma che bella anzi bellissima foto hai come profiloooooo ;-)
    la bottiglia ora è finita ...40 minuti per la cottura delle pere...è lunga da passare....
    a prestissimo
    :-*

    Elena.... preparagli le pere lo renderai felice :-)

    Rosalba tu esprimi un desiderio ed io ... puffff....esaudisco!!!
    un bacione cara a presto!!

    Benedetta la cottura lenta ha qualcosa di magico... :-)

    Giovanni grazieeeeee!!

    Glo83 :-) sono molto buone ...e il succo.... deliziosooooo

    Aria...cara amica mia... non so come fai ma ogni volta mi lasci senza parole.... siamo sulla stessa lunghezza d'onde...e questo mi piace!! :-*

    RispondiElimina
  9. Le foto parlano da sole...ma la ricetta...ah, è meravigliosa! Una vera golosità in perfetto stile autunnale! ;-)

    RispondiElimina
  10. Una bellissima idea da copiare..........

    RispondiElimina
  11. Che belle le tue foto, sono sempre uno spettacolo. Davvero complimenti!

    RispondiElimina
  12. Wow! It looks wonderful!
    Beautiful pictures!

    RispondiElimina
  13. Claudia è bellissimo fotografare le pere così succulente e morbide.... :-)

    Stefy grazie!!

    Alessandra grazie!! :-*

    Angie you're welcome!!!! thank you!! :-)

    RispondiElimina
  14. Ho anch'io lo stesso feeling in questo periodo sai?
    Le pere col Barbera le conosco benissimo, ora proverò la versione toscana :)
    Bacione

    RispondiElimina
  15. Io non so davvero più cosa dirti...
    sei brava, punto!!!

    Doriana

    RispondiElimina
  16. Saretta dove stiamo andando?? te lo chiedi anche tu vero?? :-)
    un bacione!!!

    Doriana....ti abbracciooooo!! :-*

    RispondiElimina
  17. alla fine non è nemmeno una ricetta difficile da preparare! Però fa una scena pazzesca!! ottima davvero!

    RispondiElimina
  18. Complimenti Pippi, mi spiace non esserci sarei venuta volentieri se fossi stata in zona ...sarà un successo! baci
    Le pere al Chianti, neanche a dirlo... sono fantastiche come pure le tue foto, come sempre!

    RispondiElimina
  19. mamma mia...fai delle fotografie magnifiche! Rendono davvero perfettamente idea della ricetta che presenti! Questa mi piace, assolutamente da provare!

    RispondiElimina
  20. Che foto stupende e che bella e semplice ricetta....bravissima Pippi.

    RispondiElimina
  21. Non ho mai fatto le per al vino, ma mi sembrano un'idea davvero brillante! Le tue sembrano perfette!

    RispondiElimina
  22. Beh, ottima ricetta e foto splendide!! I miei complimenti!

    RispondiElimina
  23. Monica è semplicissima ma fa un figurone!! :-)

    Elena grazie comunque di tutto il tuo affetto! :-)

    Deborah ...credimi la foto semplicemente sottolinea la bontà di queste pere :-) un bacio e grazie!!

    Mariabianca ti ringrazio di cuore!! :-*

    PolaM.....è arrivato il momento?? hehehe un bacioooo

    Giuli grazie!! :*

    RispondiElimina
  24. Io odio le pere ma quando guardo il tuo blog e le tue foto rimango impallata!!!! Troppo belle le foto!!!! Vcomplimenti!!!!
    Sono nuova.... Hai qualche consiglio da darmi sulle mie foto? Lo apprezzerei!!!! R.

    RispondiElimina
  25. Ciaoooo R. grazie!!! vengo da te e ti dico!! :-)

    RispondiElimina
  26. la ricetta è una meraviglia....le Staub le vorrei tanto ma al momento soprassiedo.
    tu sei uno zucchero :)
    Barbara

    RispondiElimina
  27. sempre un piacere seguirti.
    ciao

    RispondiElimina
  28. Barbara, grazie cara!!! :-)

    Luby ciao bella !!! un abbraccio e graziee!!

    RispondiElimina
  29. le pere al vino hanno un profumo che fa festa!!!! E sono di un buono incredibile....mi riconciliano col mondo!
    E quella penstola che bellaaaaaaa!!!!!
    Bellissime foto, complimenti!
    Buona giornata
    Paola

    RispondiElimina
  30. Belle anche le tue pere al chianti!! Le abbiamo preparate da poco anche noi (con della Bonarda) e le abbiamo adorate, sono quei classici che non deludono mai! Un bacione Pippi bella

    RispondiElimina
  31. Piccolina: la penso esattamente come te!!! :-) danno conforto :-) un bacetto!!

    Fico e Uva..... ci vediamo prestissimoooooo!! :-*

    RispondiElimina